trovalavoro
chiudi

INVIA L'ARTICOLO AD UN AMICO

Il tuo nome

Il tuo indirizzo e-mail

Il nome del tuo amico

L'indirizzo e-mail del tuo amico




Oltre 80 berrette bianche premiate dall’Associazione professionale cuochi italiani
Le Stelle di Romagna
Gli chef sono stati anche ospiti del Cesena Calcio
di

Articolo

Sono state alcune delle soleggiate cittadine della Romagna a fare da degno sfondo alla consegna del trofeo d’onore «le Stelle della ristorazione», a cura dell’Associazione professionale cuochi italiani (Apci). La cerimonia, inserita nel contesto del simposio nazionale della stessa Apci, ha recentemente coinvolto oltre 80 chef d’eccellenza, che sono stati premiati dal presidente dell’associazione, Luigi Ugolini, dal direttore, Carlo Re, nonché dai consiglieri nazionali Roberto Carcangiu, Ugo D’Orso e Sergio Ferrarini. «La nostra volontà», spiega lo stesso Re, «è quella di valorizzare coloro che operano quotidianamente, con passione e professionalità, nel settore della ristorazione, troppo spesso nell’anonimato e senza il riconoscimento che meritano».
Ad accogliere le berrette bianche Apci, provenienti dall’intero territorio nazionale, è stato così un momento davvero originale, che ha visto le Stelle della ristorazione ospiti allo stadio del Cesena Calcio, quali supporter della squadra locale. Previsto, tra l’altro, un walk about, ossia il tour dell’impianto con visita del back stage, significativamente rinominato per l’occasione cook about. «Un’iniziativa insolita», aggiunge Re, «che però abbiamo fortemente voluto per unire simbolicamente due categorie diverse tra di loro, come i calciatori e gli chef, ma idealmente unite nella missione di portare avanti la qualità del made in Italy: perché passione per il proprio mestiere, ricerca dello spirito di squadra e dell’alta professionalità sono ingredienti imprescindibili sia sul campo da gioco sia in cucina». Dopo la partita è quindi seguito l’immancabile momento dell’aperitivo di benvenuto, svoltosi, per l’occasione, nella club house dello stadio. L’intensa giornata si è poi conclusa con la cena a Casa Artusi, storico centro di cultura gastronomica della vicina Forlimpopoli.
«Il giorno dopo», riprende Re, «è stata invece l’eccezionale cornice della città di Cesenatico a impreziosire i momenti dedicati all’aggiornamento professionale». Al Palazzo del turismo locale, in particolare, l’Apci ha organizzato, con la collaborazione dello chef Danilo Angè, una proposta formativa dedicata a tematiche attuali, quali l’offerta senza glutine e i vantaggi della cucina sottovuoto a bassa temperatura. Subito dopo, il pranzo didattico ha visto una brigata di cucina tutta firmata Apci offrire ai commensali un percorso di conoscenza dei diversi cultivar regionali in abbinamento ai piatti presentati. Al termine della cerimonia di conferimento delle Stelle della ristorazione, svoltasi presso la Biblioteca malatestiana di Cesena, un’originale cena di gala presso il teatro Verdi ha infine contribuito a festeggiare degnamente l’onorificenza ottenuta con il comico, attore e cabarettista di Zelig, Alessandro Politi, che ha dato vita allo spettacolo «Quando va in scena la cucina», in onore degli chef premiati. «L’edizione 2012 del trofeo Stelle della Ristorazione mi ha riempita di orgoglio e speranza», racconta il direttore marketing di Apci, Sonia Re. «Soprattutto per la presenza numerosa e vitale di tanti nuovi giovani volti, che con passione e talento opereranno in sinergia con noi per promuovere il patrimonio gastronomico italiano».

COMMENTI

LASCIA UN COMMENTO

Nome *

Professione

E-mail

Commento *

Desideri ricevere un avviso quando viene pubblicato un commento successivo? Si No

* campi obbligatori