trovalavoro
chiudi

INVIA L'ARTICOLO AD UN AMICO

Il tuo nome

Il tuo indirizzo e-mail

Il nome del tuo amico

L'indirizzo e-mail del tuo amico




Progetti e sviluppi futuri del portale di prenotazioni alberghiere tipichotels.it
Al via la fase due
A dieci mesi dal lancio, affiliati già oltre quota 100
di

Articolo

WWW.TIPICHOTELS.IT

Una crescita equilibrata, omogenea e senza forzature. È la ricetta che Antonio Laterza, responsabile commerciale del tour operator romano Clodio Viaggi, sta adottando nella cura e nello sviluppo del progetto tipichotels.it: un nuovo portale di prenotazioni alberghiere, nato meno di un anno fa e pensato per raccogliere al proprio interno le strutture che più si riconoscono nel concetto di tipicità italiana. «Un’idea che sta già riscuotendo un notevole successo», racconta lo stesso Laterza, «tanto che in pochi mesi di attività abbiamo superato il centinaio di strutture affiliate, mentre anche le prenotazioni generate dal sito stanno aumentando esponenzialmente. Segno che la strategia di puntare su un prodotto di qualità, senza troppa fretta ma con la consapevolezza di fare le cose per bene, sta dando i primi risultati».
Inizia ora, così, quella che può essere considerata la fase due del progetto: «Superata la soglia delle 100 strutture, distribuite nelle linee mare, montagna, agriturismo e città d’arte», riprende Laterza, «è giunto il momento di dare il via a una serie di azioni promozionali ad hoc: pensiamo a operazioni di web marketing, realizzate tramite campagne AdWords e a scambi di banner. Offline punteremo, invece, soprattutto a cercare visibilità sui media di settore. Presto, inoltre, inaugureremo anche la versione b2b del sito, dedicata alle agenzie di viaggio italiane, e in seguito anche a quelle internazionali. Un’iniziativa che accompagneremo con un intenso piano di comunicazione rivolto proprio ai protagonisti dell’intermediazione. Alle agenzie, in particolare, proporremo due modalità di collaborazione: oltre alla tradizionale commissione sulle vendite dirette dal sito b2b, offriremo infatti la possibilità, a chi è presente sul web, di pubblicare un banner collegato al nostro portale, riconoscendo una percentuale su ogni chiusura originata da un utente proveniente dall’indirizzo Internet dell’agenzia partner».
La fase di vendita è peraltro uno dei focus principali su cui si è concentrata l’attenzione degli ideatori del progetto tipichotels.it. «Il nostro motore di ricerca», riprende Laterza, «consente a tutte le strutture presenti di proporre non solo le classiche disponibilità e i pacchetti speciali, ma anche di inserire offerte con vincoli minimum stay e date di check-in e check-out chiuse. È questa una formula che pochi portali danno la possibilità di utilizzare e che è invece particolarmente apprezzata, soprattutto da quelle strutture abituate, per esempio in altissima stagione, a vendere le proprie camere esclusivamente a settimana».
Un’opportunità che nasce da una profonda conoscenza del mondo alberghiero e delle sue esigenze, testimoniata anche dalla possibilità, all’interno della scheda di presentazione di ogni hotel, di inserire persino i nomi del personale di front office: «Un mezzo per garantire un approccio umano e caloroso fin dal primo contatto online con il potenziale cliente», continua Laterza. «Ma anche un modo per valorizzare il lavoro dei protagonisti dell’accoglienza italiana. Grazie alla mia personale vicinanza con alcune delle principali associazioni alberghiere di categoria, e in particolare con l’Associazione italiana impiegati d’albergo (Aira) di cui ho anche il piacere di essere socio, conosco bene, infatti, le logiche e le dinamiche del lavoro in hotel e sono consapevole della centralità delle risorse umane nella formulazione di un prodotto turistico vincente».
Con l’avvicinarsi dell’appuntamento con il primo anniversario di tipichotels.it, ufficialmente online da luglio 2010, si fanno inoltre prossime anche le prime scadenze dei contratti con gli hotel partner. «Per lasciare la più completa libertà alle strutture affiliate abbiamo deciso, infatti, di stipulare solo accordi annuali, che terminano senza alcun rinnovo automatico. In questo modo chi non si riconosce nella filosofia tipichotels.it è libero di seguire altre strade». Un segnale, quest’ultimo, di sicura attenzione alle esigenze delle strutture e alla qualità del loro servizio, tanto più in una fase di sviluppo come quella che sta vivendo tipichotels.it. «Grazie al riscontro ottenuto», conclude Laterza, «vantiamo già un’offerta diffusa, ma contiamo di riuscire presto a disporre di una presenza capillare sull’intero territorio italiano. In questa logica si inserisce pure il nostro prossimo approdo su Facebook che, oltre a garantirci visibilità sui social network, aprirà un canale di comunicazione e confronto diretto con i viaggiatori. Sulla nostra fan page non cercheremo, infatti, solo i feedback di chi sperimenta le nostre proposte di soggiorno, ma prenderemo anche in considerazione i consigli degli amici online su nuove strutture dall’offerta e dal carattere compatibile con la proposta tipichotels.it».

COMMENTI

LASCIA UN COMMENTO

Nome *

Professione

E-mail

Commento *

Desideri ricevere un avviso quando viene pubblicato un commento successivo? Si No

* campi obbligatori