trovalavoro
chiudi

INVIA L'ARTICOLO AD UN AMICO

Il tuo nome

Il tuo indirizzo e-mail

Il nome del tuo amico

L'indirizzo e-mail del tuo amico




Le migliori tagliatelle della penisola
di

Articolo

Tagliatelle fatte al momento da veri campioni. Si è svolto durante l’ultima edizione del Salone internazionale gelateria, pasticceria e panificazione artigianali (Sigep) di Rimini il primo campionato italiano di pasta fresca, che ha visto salire sul gradino più alto del podio un rappresentante della cucina italiana nel mondo: Giuseppe Fittipaldi, gestore del ristorante Le Lacustre (gruppo Molino) di Ginevra. Alla competizione, organizzata dalla rivista Pizza e Pasta Italiana, in collaborazione con la nuova area Tepca (Tecnologie e ingredienti per la pastificazione artigianale) della Sigep, potevano iscriversi tutti i maestri pastai di età minima di 16 anni. La loro opera è stata valutata, in termini di aspetto, gusto e cottura, da una giuria d’eccezione composta, tra gli altri, dagli chef della divisione romagnola della Federazione italiana cuochi (Fic) Giuseppe Bisceglia, Corrado Buldrini, Simone Ricci e Cosimo Silvestri. «È stata un’esperienza davvero creativa e interessante», racconta Fittipaldi. «Così come stimolante è stato il confronto con gli altri pastai. La mia proposta, in particolare, era una variazione della ricetta classica: partendo dalle proporzioni tradizionali (un chilogrammo di farina ogni otto uova) ho pensato di servirmi di tipologie di materie prime originali, con l’impasto composto da un terzo di farina di grano saraceno e due terzi di farina di semola».
Sul podio, oltre a Fittipaldi, si sono quindi piazzati, al secondo posto, Claudio Appendino del ristorante Le Querce di Canale D’Alba, in provincia di Cuneo, e in terza posizione Juri Mancini di Pane, Pasta e Dolci di Celano, in provincia dell’Aquila. «Ne sono rimasto così entusiasta», conclude Fittipaldi, «che penso proprio di tornare anche per le prossime edizioni, magari in qualità di giurato, visto che ho già ricevuto alcuni inviti in tale direzione».

COMMENTI

LASCIA UN COMMENTO

Nome *

Professione

E-mail

Commento *

Desideri ricevere un avviso quando viene pubblicato un commento successivo? Si No

* campi obbligatori