trovalavoro
chiudi

INVIA L'ARTICOLO AD UN AMICO

Il tuo nome

Il tuo indirizzo e-mail

Il nome del tuo amico

L'indirizzo e-mail del tuo amico




Notizie in Pillole - 28/01/2011

Ihg rimborsa le tariffe extra per i bagagli

Una recente indagine della Consumer travel alliance, un’organizzazione no-profit a stelle e strisce che si occupa della difesa dei consumatori dell’industria del turismo, ha rivelato come il 91% dei viaggiatori reputi molto fastidiose le tariffe extra pagate per il bagaglio a mano. Queste, e le fee aggiuntive per le valigie imbarcate, sono infatti diventate un comportamento comune tra le compagnie aeree, tanto che oltre 50 mila consumatori statunitensi avrebbero inoltrato una petizione al Dipartimento dei trasporti Usa denunciando l’opacità di tali tariffe, la cui riscossione, secondo il Bureau of transportation statistics, avrebbe fruttato, negli Stati Uniti, la bellezza di 1,6 miliardi di dollari durante il solo primo semestre 2010. Alla luce di tali evidenze, il gruppo InterContinental (Ihg) ha così deciso di lanciare una promozione speciale, che prevede il rimborso delle spese per il trasporto dei bagagli in aereo. L’iniziativa è rivolta agli ospiti americani di tutte le strutture Ihg, che prenotino una camera per due notti consecutive durante i weekend. Partita durante i mesi autunnali dell’anno scorso, la promozione è stata estesa, qualche giorno fa, fino alla fine di aprile e il massimale del rimborso alzato da 50 a 100 dollari per famiglia.

Anche quest’anno The First Outsourcing sarà alla Bit

Come ogni anno, si avvicina l’appuntamento con la Borsa internazionale del turismo (Bit), in programma alla fiera di Rho tra il 17 e il 20 febbraio, e fervono i preparativi per imprese, associazioni, enti e organizzazioni legate al mondo dei viaggi e dell’ospitalità. Criticata da molti, spesso poco considerata, soprattutto poco amata per il caos dei giorni aperti al pubblico, la Bit resta, infatti, pur sempre la principale vetrina del turismo italiano e, alla fine, quasi nessuno intende mai rinunciarvi. L’evento è considerato da molti operatori un luogo di incontro privilegiato nel quale si vedono amici, colleghi e partner commerciali per stringere vecchi e nuovi rapporti d’affari e aprire, magari, inedite opportunità di business. Anche quest’anno, perciò, non poteva mancare una realtà importante nella fornitura di servizi per le strutture alberghiere come The First Outsourcing, che sarà presente, come di consueto, all’interno dello stand Solidus. «Con loro collaboriamo ormai da molto tempo», spiega Antonio Amato, responsabile marketing della stessa The First Outsourcing. «E la Bit è una vetrina importante per noi, in quanto raccoglie molte delle più prestigiose firme dell’ospitalità italiana e internazionale, tra cui anche numerosi nostri clienti».

COMMENTI

LASCIA UN COMMENTO

Nome *

Professione

E-mail

Commento *

Desideri ricevere un avviso quando viene pubblicato un commento successivo? Si No

* campi obbligatori