trovalavoro
chiudi

INVIA L'ARTICOLO AD UN AMICO

Il tuo nome

Il tuo indirizzo e-mail

Il nome del tuo amico

L'indirizzo e-mail del tuo amico




L’India al centro dei piani di espansione Ihg e Marriott
di

Articolo

«L’India è il secondo mercato asiatico per tasso di sviluppo alberghiero: nei prossimi tre anni ci si aspetta che il numero di camere appartenenti agli hotel di catena raddoppi, arrivando a una cifra complessiva di circa 120 mila stanze». Le parole del presidente e chief operating officer di Marriott International, Arne Sorenson, ben sintetizzano le radici di quella che può essere considerata una vera e propria gara dei maggiori gruppi internazionali per intercettare la crescente domanda di ospitalità del mercato indiano.
Marriott, in particolare, intende passare dagli attuali 11 hotel a 41 entro il 2013, per arrivare a 100 entro il 2015, coinvolgendo nell’operazione sette dei suoi brand. Nello stesso lasso di tempo InterContinental (Ihg) punta a triplicare la propria presenza nel subcontinente indiano, passando dagli attuali 12 alberghi a oltre 30 in cinque anni. Al centro della politica di espansione Ihg ci sono soprattutto i propri brand limited service Holiday Inn e Holiday Inn Express. «A seguito della forte crescita economica del paese e del conseguente sviluppo di una consistente classe media», racconta il managing director Ihg Asia Australasia, Jan Smits, «stiamo registrando un sensibile incremento della domanda nel segmento mid market». L’espansione Ihg in India dovrebbe così interessare soprattutto le principali metropoli indiane, nonché alcuni centri secondari di importanza chiave in ambito nazionale.

COMMENTI

LASCIA UN COMMENTO

Nome *

Professione

E-mail

Commento *

Desideri ricevere un avviso quando viene pubblicato un commento successivo? Si No

* campi obbligatori