trovalavoro
chiudi

INVIA L'ARTICOLO AD UN AMICO

Il tuo nome

Il tuo indirizzo e-mail

Il nome del tuo amico

L'indirizzo e-mail del tuo amico




Lanciata una divisione completamente dedicata al comparto viaggi, ristorazione e ospitalità
Metis si concentra sul turismo
Due mesi dopo lo start-up già più di 500 i contratti attivi
di

Articolo

WWW.EUROMETIS.IT
«La nostra divisione turismo nasce ufficialmente all’inizio di quest’estate, ma sostanzialmente già prima tutta la nostra rete era impegnata a sviluppare questo settore, in particolare in città come Milano, Roma o Venezia e in regioni come la Sardegna, la Sicilia e il Veneto». È il key account manager turismo dell’agenzia per il lavoro Metis, Antonio Baghino, a raccontare i motivi alla base della creazione del nuovo comparto interamente dedicato alla ricerca e alla selezione delle risorse umane, nell’ambito dell’industria dei viaggi, della ristorazione e dell’ospitalità. «Data la mole di lavoro che già svolgevamo per il settore turismo, creare una divisione specializzata e strutturata, in modo da coordinare a livello nazionale le attività (sia commerciali sia di reclutamento e selezione) delle filiali sul territorio, è stata una scelta naturale. Ora ci aspettiamo di registrare degli ottimi trend di crescita, anche grazie all’opportunità di entrare in alcuni mercati di nicchia ad alta specializzazione e professionalità. Lo start-up della divisione, peraltro, ci incoraggia a proseguire in questa direzione: non solo, infatti, è stato fatto a tempo di record, grazie al know how che avevamo già in casa, ma dopo appena un paio di mesi dal suo lancio contavamo già più di 500 contratti attivi».
Ma quali sono le figure oggi più richieste e quelle dalle migliori prospettive future? «Sicuramente quelle di sala (camerieri, chef de rang, caposala, sommelier)», osserva prontamente Baghino. «A patto, però, che abbiano una buona conoscenza della lingua inglese, oltre che naturalmente una solida esperienza nel ruolo. Ma anche le figure legate alle attività di front office e back office sono molto richieste dalle strutture ricettive. In questi casi, oltre alla conoscenza dell’inglese, si ricerca pure una buona padronanza del russo, per far fronte al sensibile aumento della domanda proveniente da questo nuovo mercato. Infine, non mancano neppure le offerte per il personale addetto all’assistenza clienti, da inserire all’interno dei centri prenotazione delle grandi catene o dei villaggi turistici: un ottimo eloquio e la padronanza di almeno una lingua straniera sono i requisiti fondamentali per ricoprire questo ruolo».
La conoscenza delle lingue, e la cosa non stupisce più di tanto, pare, insomma, il minimo comun denominatore del candidato ideale per il comparto turistico, che poi però deve dimostrare di possedere competenze specifiche adatte al ruolo a cui ambisce. I clienti Metis, in particolare, spaziano dalle piccole società alberghiere fino agli hotel e ai resort di lusso, passando per le grandi catene della ristorazione collettiva e i ristoranti di alto livello. «Anche i contratti che proponiamo ai nostri candidati variano molto, a seconda delle richieste che riceviamo», riprende Baghino. «In pratica, si passa dai contratti per pochi giorni a quelli lunghi, con assunzione finale direttamente presso il cliente».
Con le proprie 120 filiali dislocate nelle principali città d’Italia, Metis vanta, inoltre, una presenza capillare sul territorio nazionale. «La domanda di lavoro per il settore dei viaggi, della ristorazione e dell’ospitalità è naturalmente maggiore in quelle aree dove più elevata è l’affluenza di turisti e più numerosa è di conseguenza la presenza di strutture ricettive», prosegue ancora Baghino. «Si tratta di quelle stesse città e regioni dove, già prima della creazione della divisione turismo, registravamo una buona domanda di personale per il comparto. Mi riferisco, infatti, a Roma, Milano e Venezia ma anche a Firenze, Bologna, Perugia, Napoli e Bari, così come alla Sardegna, alla Sicilia e al Veneto».
La mission di Metis, però, non si limita solo alla ricerca e alla selezione del personale. «Grazie a Formetis, la società del nostro gruppo che studia e coordina i corsi di formazione», conclude, infatti, Baghino, «i lavoratori di Metis hanno la possibilità di incrementare le proprie conoscenze e di migliorare il proprio curriculum vitae, aggiornando le competenze e adeguando la propria professionalità alle più attuali esigenze del mercato del lavoro. In particolare, per il settore turistico, organizziamo soprattutto corsi riguardanti la sicurezza sul posto di lavoro, nonché le norme igieniche, l’approfondimento di specifici software gestionali e l’apprendimento delle lingue».


Identikit di un’agenzia per il lavoro

Il gruppo Metis è un partner a 360 gradi nella gestione delle risorse umane e rappresenta una realtà importante del mercato grazie al suo costante processo di crescita e sviluppo e alla sua strategia di differenziazione e specializzazione dei servizi. All’interno del gruppo sono presenti competenze specialistiche nelle principali aree dei servizi al personale. Le società che fanno capo al gruppo, in particolare, sono:
Metis, agenzia per il lavoro, che offre i seguenti servizi:
Somministrazione di lavoro a tempo determinato: reclutamento, selezione e gestione di risorse umane qualificate, da inserire all’interno delle aziende clienti.
Staff leasing: messa a disposizione dell’azienda di personale assunto in modo permanente.
Ricerca e selezione permanent: attività di consulenza volta all’individuazione di candidature idonee a ricoprire specifiche attività all’interno di un’azienda che deve inserire tali figure professionali direttamente nel proprio organico.
Seltis, specializzata nella ricerca e selezione di personale nell’ambito del senior management ed executive, attraverso la metodologia dell’head hunting.
Formetis, specializzata nella progettazione ed erogazione di corsi di formazione manageriali e finanziati (attraverso i fondi Formatemp, Ebiref e quelli interprofessionali).
Partis, specializzata nella gestione di servizi in outsourcing nei settori sportivo, culturale e aziendale (enti fieristici, Gdo, promotion in store, eventi aziendali).

COMMENTI
«è evidente che il sig Bini il sito metis non lo ha mai visitato. Per i lavoratori:F&B risultati zero,Cuoco/chef risultati zero,maitre risultati zero,commis risultati zero. Trovo questo articolo una propaganda indegna nei confronti di altre agenzie come ad es.lavoro turismo,job in tourism stesso,ecc che le persone effettivamente le colloca proprio partendo da una ricerca specifica delle competenze delle quali si conosce perlomeno il nome.
Postato da andrea , - 09:55:43 20-11-2010
«Si Andrea hai ragione: tutta pubblicità per le agenzie e per i corsi di formazioni finanziati da chissa chi. Abbiamo bisogno di offerte lavorative concrete!
Postato da daniela , guest relations - 12:32:12 21-11-2010
« e questo non è nemmeno l'aspetto peggiore. le agenzie hanno la stessa funzioni dei caporali delle pianure campane. con l'outsourcing non si crea la voro ma sfruttamento dell'uomo sull'uomo in nome del denaro. il personale non si qualifica rima-
ne impreparato e quindi non può avere pretese. un vecchio concento ti lascio ignorante e ti frego.
Postato da alessandro , segretario ricevimento - 13:58:35 21-11-2010
« è mai possibile che nessuna agenzia viaggi o T/O non possa dare lavoro con qualsiasi tipo di contratto? anche in APT per assistenza viaggiatori con disponibiità a trasferte e o trasferimenti? E\' solo pubblicità?
Postato da lorenzo , disoccupato - 09:54:23 22-11-2010
«Avete ragione, questi articoli sono scandalosi e andando sul sito della metis i risultati sono ZERO, nessuna posizione aperta!!!
Postato da fabrizio , disoccupato - 16:40:02 22-11-2010
«Forse non è molto chiara l'impostazione del sito Metis, ma le posizioni inerenti il turismo ci sono, a questa pagina http://www.eurometis.it/jobalert/consulta.metis selezionando la categoria "Alberghiero / Turismo / Ristorazione". Inoltre su jobintourism.it è presente una pagina dedicata http://www.jobintourism.it/job/c_metis.php in cui sono presenti diverse figure.
Postato da Giorgio , - 16:53:40 22-11-2010
«Voglio rispondere ad Alessandro a proposito del "caporalato" delle agenzie...
Hai proprio ragione anche tu!! E' incredibile come gli impiegati delle agenzie interiali (i primi, oltre tutto ad essere semi precari se non addirittura solo in stage!) oramai decidano chi deve e chi non deve andare a lavorare. Spesso, infatti, o non gli stai simpatico a pelle per chissa quale motivo o mandano a lavorare sempre gli stessi (ritenuti piu affidabili delle "new entry")......Che tristezza!
Io ho capito che per trovare posizioni interessanti, in strutture interessanti e di alto prestigio bisogna muoversi per "conoscenze" (che novita???)..
Postato da daniela , guest relations - 13:53:45 23-11-2010
« non ho nessuna fiducia nelle agenzie interinali....hanno ragione altri che parlano di simpatia, caporalato ed altro, precari che vogliono aiutare precari, c'e' una giungla nel mercato dei cercalavoro,servono come l'ufficio di collocamento, cioe' a niente. Non c'e' offerta concreta, e' l'Italietta berlusconiana che vive di spot ad effetto e propaganda, senza che si faccia nulla ma alzando solo polveroni che mascherano la loro inefficenza. Noi disoccupati e precari siamo lo specchio del loro fallimento.
Postato da Massimo , portiere di notte - 10:04:56 24-11-2010
«diciamoci la verità almeno tra noi che nel turismo ci lavoriamo. Il 80-90% degli alberghi in Italia sono residuati degli anni 60 gestiti dai figli di nonnine volenterose, ma fuori tempo. Tali gestori sono molto impreparati,spesso vantano nessuna esperienza lavorativa fuori e dentro l'ambiente domestico,sono abituati a facili entrate dovute a scarsi controlli se non a vera e propria complicità da parte delle associazioni di categoria, sindacali e di chi è preposto al controllo,oltre che dalle stesse agenzie che reggono il gioco(basta frequentare un corso igiene e sicurezza di una qualsiasi ass.albergatori per scoprire la galassia di lavoro nero,cucine sporche e fatisscenti,cuochi fai da te ecc.)Questa è la vera faccia del turismo italiano del nostro tempo ed è sotto gli occhi di tutti.Le agenzie per avere credibilità in questo settore devono cominciare a dare garanzie sul rispetto dei contratti e delle competenze collocare e basta non è ormai piu' sufficiente anzi le scredita sempre di piu'.
Postato da andrea , F&B - 12:21:17 06-12-2010

LASCIA UN COMMENTO

Nome *

Professione

E-mail

Commento *

Desideri ricevere un avviso quando viene pubblicato un commento successivo? Si No

* campi obbligatori