trovalavoro
chiudi

INVIA L'ARTICOLO AD UN AMICO

Il tuo nome

Il tuo indirizzo e-mail

Il nome del tuo amico

L'indirizzo e-mail del tuo amico




In crescita i risultati Nh e Marriott. Si arresta la caduta delle tariffe

Articolo

Buone notizie giungono sia da Nh hoteles sia da Marriott, i cui conti stanno decisamente migliorando rispetto al terribile 2009. Per Nh, in particolare, il primo semestre di quest’anno si è chiuso, in confronto allo stesso periodo del 2009, con un lusinghiero +7,2% dei ricavi totali, giunti a quota 646,5 milioni di euro. In crescita anche l’ebitda (l’utile prima degli interessi passivi, delle imposte e degli ammortamenti sui beni materiali e immateriali) che, tra gennaio e giugno, ha praticamente raddoppiato il proprio valore toccando i 68 milioni di euro. Tali risultati sono stati resi possibili da un aumento dei livelli di occupazione (+12,4%), che ha permesso al revpar (il reddito per camera disponibile) di salire del 7,2%. Da segnalare, inoltre, come, durante il secondo trimestre del 2010, si sia arrestata pure la caduta dei prezzi iniziata durante la crisi, con evidenti ricadute positive sull’andamento dello stesso revpar. Nonostante tali trend positivi, i conti della compagnia sono però rimasti in rosso, anche se le perdite complessive sono diminuite del 2,7% rispetto al primo semestre 2009, scendendo a quota 39,9 milioni di euro. Meglio ancora è andata a Marriott, che ha chiuso il secondo trimestre accumulando profitti per 119 milioni di dollari: un notevole balzo in avanti rispetto ai 37 milioni di dollari del periodo aprile-giugno 2009. «È questo un momento straordinario per noi», ha dichiarato il presidente e ceo della compagnia Usa, Jw Marriott junior. «Stanno crescendo i segmenti sia leisure sia business, mentre il revpar aumenta a livelli impensabili sino a poco tempo fa (+9,9%). Non solo: le tariffe medie dei nostri hotel in Nord America sono tornate a crescere per la prima volta dopo due anni di calo costante. E per il prossimo futuro le nostre previsioni sono ancora migliori».

COMMENTI

LASCIA UN COMMENTO

Nome *

Professione

E-mail

Commento *

Desideri ricevere un avviso quando viene pubblicato un commento successivo? Si No

* campi obbligatori