trovalavoro
chiudi

INVIA L'ARTICOLO AD UN AMICO

Il tuo nome

Il tuo indirizzo e-mail

Il nome del tuo amico

L'indirizzo e-mail del tuo amico




Focus sul nuovo progetto del centro benessere Unica presso l’hotel Punta Tragara di Capri
Spa con approccio scientifico
Guinot applica da sempre i principi farmacologici alla cosmesi
di

Articolo

Un vero e proprio processo di mutazione culturale. È quello a cui sta andando incontro oggi il mondo del wellness, secondo la spa manager dell’hotel Punta Tragara di Capri, Chiara Cipolletta: «Negli ultimi anni sono sempre di più le persone che scelgono la prevenzione, piuttosto che attendere passivamente il momento in cui ci sarà inevitabilmente bisogno della cura. Un mutamento culturale, quest’ultimo, che si riflette nel ricambio generazionale dei clienti delle spa, dove si sta riducendo sensibilmente l’età delle persone alla ricerca di relax e benessere. Non solo: la clientela sta diventando vieppiù competente ed è alla costante ricerca di un’offerta davvero professionale».
A partire da questa consapevolezza è nato, così, il nuovo progetto della spa Unica del Punta Tragara, aperta a giugno dell’anno scorso: un beauty center di 300 metri quadrati, specializzato in trattamenti talassoterapici e di remise en forme. «Il nostro obiettivo è quello di fornire trattamenti connotati da un approccio scientifico ai problemi dell’estetica», riprende Cipolletta. «Ed è per questo motivo che per i nostri programmi abbiamo scelto i prodotti Guinot. Fin dall’inizio del suo quasi mezzo secolo di storia, l’istituto di cosmesi parigino si è infatti distinto per il suo approccio farmacologico alla materia e oggi molti dei suoi prodotti sono sviluppati in collaborazione con i più prestigiosi istituti accademici».
Ideato già negli anni 60 del secolo scorso, il metodo hydradermie di Guinot, per esempio, ha saputo introdurre per primo l’utilizzo dei macchinari nel campo dei trattamenti viso e ancora oggi, rinnovato e aggiornato, è all’avanguardia in questo settore. «Ed è pure uno dei nostri fiori all’occhiello», prosegue Cipolletta con l’entusiasmo di chi ha provato personalmente gli effetti delle cose di cui parla. «Dopo le necessarie procedure di pulizia del viso, l’hydradermie prevede, in particolare, il passaggio sul volto di alcuni rulli a energia galvanica che, tramite un processo di ionizzazione, consentono ai principi attivi, contenuti nelle creme e nei gel utilizzati, di penetrare in profondità nell’epidermide e di idratare al contempo la pelle. A ciò segue quindi un ulteriore passaggio di altri rulli, questa volta a micro-sfere, dedicati al drenaggio e alla riduzione della visibilità delle rughe del contorno occhi. Il trattamento termina, infine, con una fase ad alta frequenza con corrente variabile, applicata con un gel specifico e con funzioni decongestionanti, lenitive e antibatteriche».
Il metodo è così in grado di purificare, ossigenare e idratare la pelle del viso in profondità. «Soprattutto, i suoi effetti sono visibili fin dalla prima seduta: in poco più di un’ora di relax è possibile ottenere una pelle più giovane e rivitalizzata. Certo, poi bisogna continuare a curare l’epidermide anche a casa, in particolare tramite una costante pulizia del viso e l’utilizzo dei prodotti Guinot adatti al caso. Ma i trattamenti in cabina contano già per il 70% del risultato finale».
Tale approccio al wellness necessita, però, di personale preparato, in grado di utilizzare correttamente i metodi e le procedure elaborate dall’istituto di cosmesi transalpino. «Sia io, in qualità di responsabile del centro, sia le due estetiste dell’Unica, siamo state in effetti formate nei centri Guinot di Bologna e di Roma e continuiamo a frequentare corsi di aggiornamento ufficiali», conclude Cipolletta. «Per Guinot è infatti fondamentale che gli standard siano applicati con precisione e accuratezza in tutte le spa dove vengono utilizzati i suoi prodotti. Per il resto, poi, come sempre d’altronde, contano soprattutto una dedizione e una passione assoluta per il proprio lavoro».


L’offerta

Unica è composta da tre ampie cabine massaggio, ciascuna con un’area relax esterna personale, e da un ambiente dedicato esclusivamente ai trattamenti estetici. Il centro offre un ampio programma di cure talassoterapiche e per la remise en forme. Oltre al metodo hydradermie, tra gli altri trattamenti a disposizione degli ospiti, tutti firmati Guinot, vi sono il gommage massage sucre kiwi rilassante, il massaggio linfodrenante metodo Vodder e lo Spa essentiel, che combina le proprietà degli oli essenziali con massaggi intensivi a base di estratti di sali marini e alghe mediterranee. All’esterno vi sono poi due piscine, di cui una infinity pool, alimentate con acqua di mare addizionata di sali del Mar Morto aromatizzati. A completare l’offerta wellness, una piccola palestra panoramica attrezzata con macchine Technogym, tra cui la nuova kinesys per il miglioramento di equilibrio, flessibilità e forza.

COMMENTI
« semplicemente stupendo il luogo e la spa e l'impostazione dell''hotel
Postato da steafnia scarponi , estetista - 12:05:37 06-07-2012

LASCIA UN COMMENTO

Nome *

Professione

E-mail

Commento *

Desideri ricevere un avviso quando viene pubblicato un commento successivo? Si No

* campi obbligatori