trovalavoro
chiudi

INVIA L'ARTICOLO AD UN AMICO

Il tuo nome

Il tuo indirizzo e-mail

Il nome del tuo amico

L'indirizzo e-mail del tuo amico




Aperture più flessibili per gli alberghi veneti

Via libera agli alberghi aperti e chiusi a singhiozzo, a seconda delle necessità e delle richieste della clientela della zona e del periodo dell’anno. È quanto prevede una delibera approvata pochi giorni fa dalla giunta regionale del Veneto, su proposta dell’assessore al turismo, Marino Finozzi. Il provvedimento, che accoglie una richiesta di Federalberghi, consentirà brevi periodi di chiusura, permettendo così, per esempio, agli alberghi business di fermarsi in corrispondenza dei weekend. «Tecnicamente», si legge nel comunicato ufficiale diramato dalla regione Veneto, «la delibera regionale fornisce chiarimenti alle province e ai comuni sui periodi di chiusura temporanea degli alberghi e delle strutture ricettive ad apertura annuale. La delibera spiega che la norma che prevede una chiusura continuativa della struttura ricettiva può essere interpretata in maniera più elastica e che le chiusure temporanee possono essere ripartite nel corso dell’anno a libera discrezione dell’imprenditore, secondo le proprie esigenze, fatta ovviamente salva l’eventuale disciplina comunale. Da ora in poi sarà quindi possibile per gli alberghi programmare chiusure infrasettimanali, anche reiterate, purché la struttura comunichi preventivamente questi periodi di chiusura al comune e alla provincia. Il totale massimo di chiusura della struttura ricettiva nell’anno solare è fissato in 150 giorni».

COMMENTI

LASCIA UN COMMENTO

Nome *

Professione

E-mail

Commento *

Desideri ricevere un avviso quando viene pubblicato un commento successivo? Si No

* campi obbligatori