trovalavoro
chiudi

INVIA L'ARTICOLO AD UN AMICO

Il tuo nome

Il tuo indirizzo e-mail

Il nome del tuo amico

L'indirizzo e-mail del tuo amico




Al via la fusione United-Continental

Articolo

Un colosso da oltre 144 milioni di passeggeri all’anno, per un giro d’affari complessivo di 29 miliardi di dollari. È quello che sta nascendo nei cieli degli Stati Uniti dalla fusione tra Continental e United airlines, recentemente approvata dai consigli di amministrazione delle due linee aeree. La nuova compagnia, che si chiamerà United airlines, ma i cui vettori porteranno la livrea Continental, dovrebbe diventare effettiva a fine 2010, dopo che la fusione sarà sottoposta al vaglio dell’assemblea degli azionisti e dopo il completamento delle procedure di integrazione. La nuova linea aerea prevede di generare sinergie per più di un miliardo di dollari entro il 2013, grazie a oltre 800 milioni di nuovi ricavi e più di 200 milioni di risparmi ottenuti dalla razionalizzazione dei costi. Alla guida della compagnia, che sarà basata a Chicago, gestirà dieci hub e servirà 370 destinazioni in 59 paesi differenti, ci saranno, in qualità di non executive chairman, Glenn Tilton, già ceo United, e Jeff Smisek, ex ceo Continental, nel ruolo di ceo della neonata aviolinea. Quest’ultimo assumerà anche la carica di executive chairman al momento della prevista uscita di scena di Tilton.

COMMENTI

LASCIA UN COMMENTO

Nome *

Professione

E-mail

Commento *

Desideri ricevere un avviso quando viene pubblicato un commento successivo? Si No

* campi obbligatori