trovalavoro
chiudi

INVIA L'ARTICOLO AD UN AMICO

Il tuo nome

Il tuo indirizzo e-mail

Il nome del tuo amico

L'indirizzo e-mail del tuo amico




Oltre i confini d’Europa
di

Articolo

Benessere e novità per il futuro. Possono essere sintetizzati così gli elementi portanti dell’ultima assemblea internazionale della European hotel managers association (Ehma), di cui pubblichiamo volentieri il resoconto stilato da Claudio Nobbio, che è stato tra i protagonisti italiani dell’evento.

È il tedesco Peter Bierwirth il nuovo presidente internazionale dell’Ehma. A eleggerlo, l’assemblea internazionale di Biarritz dell’8-11 aprile, che è coincisa con il momento di ricambio delle cariche istituzionali della nostra associazione. In lizza, anche a seguito della decisione del presidente uscente, Johanna Fragano, di non ricandidarsi, c’erano, oltre allo stesso Peter, il francese Michel Fernet e lo spagnolo Manuel Otero. L’ha spuntata Peter soprattutto per l’impegno che, nel corso degli anni, ha dimostrato di saper profondere nell’associazione, di cui è stato, tra l’altro, vicepresidente nel triennio 2007-2009 appena concluso. E fin dalle sue prime dichiarazioni è già trapelato uno dei prossimi obiettivi della nuova presidenza: l’intenzione di allargare Ehma oltre i confini europei, per includere professionisti e colleghi di altri paesi. Magari provenienti dal resto del Mediterraneo, come vuole una mozione che proporrò personalmente al prossimo incontro della nostra delegazione nazionale, in programma a maggio presso il Royal hotel Sanremo, diretto dal collega Marco Sarlo.
Le elezioni hanno poi riconfermato il candidato spagnolo, Manuel, nel suo ruolo di vicepresidente, mentre la carica di primo vicepresidente è andata a Michel: infaticabile organizzatore e animatore della riunione di Biarritz, a cui ha peraltro partecipato una folta rappresentanza italiana, guidata da Johanna e dal nuovo delegato nazionale Ezio Indiani. Tema principale dell’assemblea è stato, in particolare, il mondo delle spa. E mai poteva esserci un luogo più adatto della cittadina francese per discutere di tale materia: situata sulla costa basca che fronteggia l’Atlantico, Biarritz è infatti da oltre un secolo una delle destinazioni leader nel mondo per la talassoterapia e oggi è conosciuta anche come sede ideale per praticare il surf. Divenne luogo di villeggiatura grazie soprattutto all’imperatrice Eugénie, moglie di Napoleone III, che qui fece costruire un castello per le sue vacanze, trasformando, di fatto, un vecchio villaggio di pescatori di balene in una destinazione balneare molto apprezzata. Tanto che, tra gli altri, anche il famoso campione francese di ciclismo, Luison Bobet, appesa la bicicletta al muro, decise di aprire proprio qui un centro thalassa.
Al convegno, grazie all’amicizia che lo lega personalmente a Michel, si è visto anche il ministro del turismo francese, Hervé Novelli, che ha spiegato la riforma della classificazione alberghiera in corso nel paese transalpino. Tra le modifiche in fase di implementazione c’è, in particolare, l’introduzione della quinta stella e una più generale revisione dei criteri di valutazione e dei sistemi di controllo. Un buon esempio da seguire anche da noi, almeno nel metodo, se si dimostrerà capace di migliorare effettivamente la qualità dell’offerta.
Insomma, Michel può davvero ritenersi soddisfatto per averci fatto conoscere una località particolarmente interessante, a pochi chilometri dalla Spagna, con tradizioni basche e numerose possibilità di escursioni nei dintorni. Un grazie perciò a Michel per l’accoglienza, per l’amicizia e per tutto quanto ha fatto in questi tre giorni indimenticabili e nei mesi di preparazione. E un arrivederci con tutti i delegati internazionali, per la prossima assemblea internazionale, in programma a San Pietroburgo dal 27 aprile al 1° maggio 2011.

COMMENTI

LASCIA UN COMMENTO

Nome *

Professione

E-mail

Commento *

Desideri ricevere un avviso quando viene pubblicato un commento successivo? Si No

* campi obbligatori