trovalavoro
chiudi

INVIA L'ARTICOLO AD UN AMICO

Il tuo nome

Il tuo indirizzo e-mail

Il nome del tuo amico

L'indirizzo e-mail del tuo amico




Notizie in Pillole - 26/02/2010

Gennaio ancora con il segno meno per il comparto alberghiero

«Anche il 2010, purtroppo, parte male e dopo un Natale e un Capodanno che avevano fatto registrare un buon andamento di arrivi e presenze, dobbiamo invece constatare come l’onda lunga della crisi non accenni a diminuire». È quanto afferma il presidente di Federalberghi-Confturismo, Bernabò Bocca, alla lettura dei dati relativi al monitoraggio mensile effettuato dalla sua federazione. Secondo tale indagine, infatti, le presenze alberghiere a gennaio sarebbero scese del 2,1% rispetto allo stesso mese dell’anno scorso, mentre le tariffe si sarebbero mantenute sostanzialmente sullo stesso livello e, in alcuni casi, sarebbero persino diminuite. Tutto ciò mentre i dati Istat riferiti al 2009 hanno evidenziato un calo dei prezzi delle camere del 2,2% rispetto al 2008, mentre nello stesso periodo il costo della vita è salito dello 0,8%.


Cento anni di storia del gusto altoatesino al ristorante Laurin

Il bolzanino Parkhotel Laurin compie cent’anni e festeggia il secolare anniversario offrendo agli ospiti del proprio ristorante ricette storiche del 1910, reinterpretate secondo il gusto contemporaneo. A curare l’iniziativa, lo chef altoatesino Egon Heiss, che conosce molto bene i piatti tradizionali della cucina della Bolzano del secolo scorso. A ispirare le sue creazioni, in particolare, un libro di cucina pubblicato nel 1910 da Therese von Tiristi Staffler, appartenente alla stessa famiglia Staffler che da generazioni è proprietaria del Parkhotel Laurin. Un’avventura del gusto e della memoria, che consentirà agli ospiti anche di imparare molto sulle tradizioni e sugli usi bolzanini di un secolo fa.

L’albergo diffuso: un esempio di turismo responsabile

È andato all’Associazione nazionale degli alberghi diffusi di Giancarlo Dall’Ara il premio Turismo responsabile italiano 2010. Il riconoscimento, assegnato in occasione dell’ultima edizione della Bit di Milano, intende, in particolare, premiare la migliore operazione di ospitalità legata al turismo sostenibile sul mercato nazionale e arriva all’indomani dell’approvazione, anche da parte del consiglio regionale lombardo, di un progetto di legge istitutivo dell’albergo diffuso. A oggi sono così 13 le regioni della penisola che hanno fatto proprio il concetto di tale forma di ospitalità con una normativa ad hoc. L’albergo diffuso si va così imponendo quale formula ricettiva tutta italiana, dal forte potere attrattivo per molte fasce di mercato.

COMMENTI

LASCIA UN COMMENTO

Nome *

Professione

E-mail

Commento *

Desideri ricevere un avviso quando viene pubblicato un commento successivo? Si No

* campi obbligatori