trovalavoro
chiudi

INVIA L'ARTICOLO AD UN AMICO

Il tuo nome

Il tuo indirizzo e-mail

Il nome del tuo amico

L'indirizzo e-mail del tuo amico




Presso il Borgo medievale di Torino una mostra sul bagaglio quale specchio del viaggiatore
di

Articolo

WWW.BORGOMEDIEVALETORINO.IT

Se si riconosce al viaggio, al di là del movimento fisico da un luogo all’altro, il carattere di forte esperienza emozionale, allora il bagaglio è ben più che un contenitore del necessario. Quando si abbandona la propria casa, per qualsivoglia ragione, si tende, infatti, a portare con sé quegli oggetti che rappresentano i rassicuranti simboli del conosciuto e che fungono da raccordo tra il mondo materiale e quello dello spirito. Termine di derivazione militare, il bagaglio è innanzitutto elemento strategico, indispensabile corredo alla riuscita di un’impresa, ma è anche il primo atto volontario della partenza: il ponte tra la nostra vita precedente e quella nuova che ci attende altrove. In quest’ottica il suo contenuto si configura come una sorta di simulacro portatile della nostra identità e cultura: il bagaglio è dunque lo specchio del viaggiatore. Ne sottolinea il carattere, lo stato sociale e di salute, i gusti, i mezzi economici, le aspettative e la meta del viaggio. È questa una considerazione che vale oggi come nel passato e che tutti gli operatori del turismo dovrebbero avere sempre ben presente, quando considerano la natura del rapporto tra i propri clienti e le loro valige. Così, per chi volesse scoprire qualcosa in più sulla storia e sulla natura del bagaglio, sarà possibile visitare, dal 14 febbraio al 10 maggio, l’allestimento «L’Uomo con la valigia. Piccola storia del bagaglio», realizzato all’interno della rocca e lungo la via maestra del Borgo medievale di Torino.
Nella mostra curata dall’esploratore e ricercatore italiano Paolo Novaresio, il bagaglio verrà considerato in tutte le sue valenze pratiche e psicologiche: il percorso espositivo esplorerà l’evoluzione del bagaglio e degli effetti personali rispetto ai mezzi di trasporto, nonché alle differenti fasi del viaggio, e presenterà pure un’esemplificazione di diverse varietà di contenuti. L’arco temporale considerato sarà quello compreso tra la metà dell’Ottocento e oggi, a ciò aggiungendo una sezione speciale dedicata al periodo medievale.

COMMENTI

LASCIA UN COMMENTO

Nome *

Professione

E-mail

Commento *

Desideri ricevere un avviso quando viene pubblicato un commento successivo? Si No

* campi obbligatori