trovalavoro
chiudi

INVIA L'ARTICOLO AD UN AMICO

Il tuo nome

Il tuo indirizzo e-mail

Il nome del tuo amico

L'indirizzo e-mail del tuo amico




Realty nel Mondo - 30-10-2009

Aprirà nella primavera del 2010 il nuovo hotel Milano Scala

Situata nel cuore del capoluogo meneghino, la nuova struttura prenderà corpo dalla ristrutturazione di uno storico palazzo di fine Ottocento. Al termine dei lavori, del costo complessivo di circa 20 milioni di euro, l’albergo avrà 62 camere, di cui 11 suite, un ristorante e la Sky terrace: una terrazza panoramica all’ultimo piano con una spettacolare vista sul centro storico della città. Un’area fitness e relax e tre sale riunioni completeranno l’offerta dell’hotel, il cui nome e il cui concept ruotano intorno al tema della cultura musicale, considerata uno dei punti di forza e di distinzione della città di Milano. Il progetto nasce, in particolare, da un’intuizione dell’imprenditore milanese Vittorio Modena, che intende «realizzare un albergo che dialoghi con l’ospite in un linguaggio universalmente condiviso e che ha individuato a Milano la sua dimensione migliore nella musica lirica». A dare veste concreta a tale visione, l’architetto francese François Confinò, già scenografo e ideatore, fra l’altro, del museo del cinema a Torino, che ha progettato le camere e le suite, dedicando ciascuna a un’opera lirica diversa. Ma l’hotel sarà anche a impatto zero, grazie a un’avanzata tecnica di produzione energetica, capace di sfruttare l’acqua di falda situata 17 metri sotto il livello stradale, e a una serie di efficaci sistemi di isolamento termico e acustico.

Cala il numero di camere in costruzione negli Usa

A rivelarlo, il Construction pipeline report dedicato al mese di settembre 2009 e realizzato, in partnership, dalle società Str, Twr e Dodge construction. Secondo i dati dello studio, che misura la quantità dei progetti effettivamente in costruzione, nonché di quelli in fase di ideazione, sarebbero stati 4.218 gli hotel in via di sviluppo lo scorso mese negli Stati Uniti, per un numero di camere corrispondente a 450.899 unità, pari al 31,1% in meno rispetto a settembre 2008. A risentire del calo, sarebbero stati tutti i settori dell’hôtellerie. In particolare, il segmento economy avrebbe registrato la maggior flessione in termini di numero di camere attualmente in costruzione (-60%), seguito dalla categoria delle strutture indipendenti (-45,2%) e dal comparto upscale (-39%). Gli hotel midscale con servizio ristorante sarebbero, invece, quelli che hanno registrato, complessivamente, la flessione inferiore (-19,1%)

Inaugurato a Venezia il Centurion Palace

Palazzo storico con accesso diretto sul Canal Grande, stile contemporaneo impreziosito da un’impronta veneziana, restauro accurato per la trasformazione in albergo di lusso, vista su San Marco: sono queste le caratteristiche principali del nuovo Centurion Palace, l’albergo che Sina Fine Italian hotels ha appena aperto a Venezia. La nuova struttura, in particolare, è stata ricavata nell’opera ottocentesca conosciuta come palazzo Genovese, situata nella zona artistica di Venezia, a Dorsoduro, vicino alla basilica di Santa Maria della Salute, tra la punta della Dogana e il museo Peggy Guggenheim. Il restauro dell’edificio è stato curato dall’architetto veneziano Luciano Parenti, mentre gli interni sono opera dell’architetto fiorentino Guido Ciompi, che ha ricercato un armonico equilibrio tra stile classico e contemporaneo. «Il Centurion Palace richiama l’idea della porta d’Oriente, con i suoi ambienti particolari, i tessuti preziosi, i materiali ricercati e i colori suggestivi», spiega Matilde Salvo Bocca, vicepresidente di Sina Fine Italian hotels. «Una creazione unica e originale dove il rapporto con l’acqua è predominante». Dal Canal Grande è, infatti, possibile scorgere i colori che si alternano in maniera simmetrica in tutto l’albergo: cioccolato, arancio, rosso e bianco, per un gioco di tonalità variopinte che si intravede attraverso le grandi finestre. La struttura è poi dotata di 50 camere e suite, tutte diverse una dall’altra e con affacci suggestivi, nonché di un bar e del ristorante Antinoo. Sale riunioni e palestra completano, infine, l’offerta del nuovo Centurion Palace.

COMMENTI

LASCIA UN COMMENTO

Nome *

Professione

E-mail

Commento *

Desideri ricevere un avviso quando viene pubblicato un commento successivo? Si No

* campi obbligatori