trovalavoro
chiudi

INVIA L'ARTICOLO AD UN AMICO

Il tuo nome

Il tuo indirizzo e-mail

Il nome del tuo amico

L'indirizzo e-mail del tuo amico




Un bravo concierge fa l’albergo
di

Articolo

Un Diplôme d’honneur per Roberto Naldi. È quello che l’Union internationale des concierges d’hôtels (Uich) les Clefs d’or ha consegnato pochi giorni fa al presidente dell’omonima catena alberghiera con hotel a Roma e a Lugano, a seguito della sua iniziativa di inviare un messaggio video all’ultimo congresso mondiale delle Chiavi d’oro, svoltosi a Hangzou, in Cina. In tale occasione, Naldi ha infatti espresso la propria ammirazione e il proprio sostegno ai concierge per il lavoro che svolgono ogni giorno in tutto il mondo. Un apprezzamento oltremodo importante, dato che l’attività dei concierge è spesso trascurata, come ha sottolineato lo stesso Naldi, e con lui Aldo Giacomello, chef concierge dell’hotel Beau Rivage di Ginevra ed ex presidente internazionale delle Chiavi d’oro, assieme al presidente di Chiavi d’oro per la Svizzera, Claudio Caser, dell’hotel Il Giardino di Ascona.
«Un bravo concierge fa l’albergo», ha dichiarato, tra l’altro, Naldi in occasione della consegna del Diplôme d’honneur. «È fondamentale: rappresenta il primo impatto con gli ospiti e anche il saluto d’arrivederci, con tutto quel che sta nel mezzo. Molte volte il cliente non se ne avvede, proprio perché il bravo concierge è discreto ed efficiente e tutto fila liscio. È quando non c’è che iniziano i problemi. Battute a parte, dobbiamo essere molto grati ai concierge per la loro grande professionalità e spesso anche per la loro umanità e per il loro carattere».
Venendo poi alla cronaca del cinquantaseiesimo congresso Uich, l’assemblea ha sancito il passaggio di consegne della presidenza internazionale dal francese Roger Bastoni al britannico, ma residente negli Stati Uniti, Robert Watson, chef concierge del Willard intercontinental hotel di Washington Dc. Rinnovate anche le cariche del board: la italo-canadese Virginia Casali è così il nuovo primo vicepresidente; il greco Emmanuel Vretos è il secondo vicepresidente, mentre, per la carica di terzo vicepresidente, l’australiano Colin Toomey ha avuto la meglio sull’italiano Massimiliano Errichiello e sull’inglese Simon Thomas. Tesoriere, infine, è ancora il francese Jean-Roland Boutillè, mentre segretario generale è l’italo-americano Michael Romei, assistito dallo statunitense Shujaat Khan.

COMMENTI

LASCIA UN COMMENTO

Nome *

Professione

E-mail

Commento *

Desideri ricevere un avviso quando viene pubblicato un commento successivo? Si No

* campi obbligatori