trovalavoro
chiudi

INVIA L'ARTICOLO AD UN AMICO

Il tuo nome

Il tuo indirizzo e-mail

Il nome del tuo amico

L'indirizzo e-mail del tuo amico




Grandi navi veloci raddoppia la linea Genova-Barcellona-Tangeri
di

A poco più 18 mesi dall’apertura della Genova-Barcellona-Tangeri, Grandi navi veloci (Gnv) raddoppia la linea, confermando la posizione chiave del Maghreb nei propri piani di crescita. Dallo scorso 26 maggio, infatti, a garantire la seconda corsa, con partenza da Genova il martedì e da Tangeri il giovedì, almeno in questa prima fase, è la m/n Majestic, che affiancherà la m/n Excelsior, già in servizio il sabato dal porto ligure e il lunedì da quello marocchino.
Grandi navi veloci è finora l’unico operatore navale italiano a scalare il paese maghrebino e il suo bilancio 2008 sul Marocco ha superato le aspettative, con oltre 62 mila passeggeri e circa 30 mila metri lineari di carico pesante trasportati: dati che, uniti all’incremento dei volumi registrato nel primo quadrimestre del 2009 rispetto allo stesso periodo dello scorso anno, hanno convinto la compagnia a raddoppiare la linea prima del previsto.
Tale sviluppo rientra, peraltro, nel riposizionamento di Gnv all’interno del progetto nazionale Autostrade del mare, che si pone l’obiettivo di dare vita a un sistema di trasporto efficacemente intermodale su scala internazionale. L’obiettivo di Gnv, in particolare, è quello di crescere consolidando i traffici lungo le linee di maggiore potenzialità e redditività, aprendo nuove linee e proseguendo nell’evoluzione del mix della flotta, in linea con le richieste del traffico etnico e del mercato delle merci.
E il Marocco rappresenta una tappa importante in tale direzione: con il completamento dello strategico scalo di Tanger Med nel 2010, il paese maghrebino diventerà infatti la più importante porta dell’Europa verso l’Africa e per tutti quei paesi, in particolare del nord del continente, che stanno avviando massicci investimenti strutturali. Nel 2008, poi, l’Italia si è attestata al terzo posto assoluto tra i fornitori del regno del Marocco, con una forte presenza soprattutto nel comparto delle macchine e delle apparecchiature industriali. I dati disponibili, relativi al primo semestre 2008, hanno visto le vendite italiane aumentare complessivamente del 30% rispetto ai risultati del 2007, producendo un incremento generalizzato di tutte le voci dell’export italiano. In evidenza l’affermazione dell’agroalimentare, mentre l’incremento del 66% conferma saldamente il primo posto delle vendite italiane per le macchine e le apparecchiature meccaniche. Di rilievo anche il comportamento del comparto elettrico (+37%).

COMMENTI

LASCIA UN COMMENTO

Nome *

Professione

E-mail

Commento *

Desideri ricevere un avviso quando viene pubblicato un commento successivo? Si No

* campi obbligatori