trovalavoro
chiudi

INVIA L'ARTICOLO AD UN AMICO

Il tuo nome

Il tuo indirizzo e-mail

Il nome del tuo amico

L'indirizzo e-mail del tuo amico




Ict e risorse umane
di

Articolo

Qual è il ruolo dell’information and communication technology (Ict) nell’attività quotidiana della direzione risorse umane di un’impresa? È la domanda a cui ha cercato di rispondere una recente indagine, condotta dalla School of management del Politecnico di Milano in collaborazione con l'Associazione direttori risorse umane (Gidp), che ha coinvolto 114 human resources manager appartenenti a compagnie italiane con un numero di addetti superiore a 250 e operanti in tutti i settori merceologici. I risultati dello studio hanno così evidenziato come la quasi totalità degli intervistati reputi rilevante o molto rilevante il contributo complessivo che l’Ict ha dato negli ultimi tre anni all’innovazione dei processi: un contributo, peraltro, destinato ad aumentare ulteriormente nel prossimo triennio.
Scorporando poi i dati della ricerca, si scopre che nei 36 mesi precedenti alla realizzazione dell’indagine, l’Ict è stata particolarmente determinante nel migliorare le prestazioni di alcune specifiche attività. Il suo ruolo è stato, infatti, rilevante nella gestione operativa e amministrativa del personale, nella comunicazione interna, nonché nella formazione e nello sviluppo delle competenze chiave di dipendenti e collaboratori, ossia in quei campi in cui più immediata è apparsa fin da subito l’applicazione delle nuove tecnologie. I responsabili delle risorse umane intervistati, tuttavia, prevedono che nei prossimi tre anni l’Ict sia destinata ad assumere maggiore importanza anche in altri aspetti dell’attività di gestione del personale. Sarebbero soprattutto la valutazione e la definizione dei percorsi di carriera, nonché la ricerca e l’acquisizione di personale, le aree che con ogni probabilità saranno interessate maggiormente dall’introduzione e dallo sviluppo delle nuove tecnologie. Ma pure nella comunicazione interna e nella formazione il ruolo della Ict dovrebbe crescere ulteriormente. Sono invece le attività di motivazione e coinvolgimento del personale (retention), di inserimento dei nuovi assunti, nonché d’identificazione e allocazione all’interno delle aziende di risorse con specifiche competenze, ad avere, in generale, beneficiato in misura tutto sommato limitata del supporto della Ict negli ultimi anni. Anche nel prossimo futuro, peraltro, pur vedendo aumentare il ruolo delle nuove tecnologie, queste ultime saranno le aree nelle quali l’impatto della Ict rimarrà meno rilevante.
Un quadro più variegato d’opinioni presenta, inoltre, l’analisi della qualità delle relazioni intercorrenti tra la direzione delle risorse umane e quella del comparto information and communication technology. Se, infatti, la maggior parte degli human resources manager valuta ancora una volta in modo positivo l’apporto fornito dalla direzione Ict, sia in termini di supporto allo sviluppo di nuovi progetti (considerato buono dal 58% degli intervistati e ottimo dal 15%), sia per quanto riguarda il contributo nella gestione delle attività correnti (buono per il 75% dei responsabili risorse umane e ottimo per l’8%), allo stesso tempo, però, il 23% del campione oggetto dell’indagine ritiene tale collaborazione da migliorare proprio nell’area sviluppo nuovi progetti e il 15% in quella di supporto alle attività correnti. Una piccola parte dei responsabili risorse umane ha, poi, definito addirittura pessimo il supporto fornito dalla direzione Ict: in particolare, il 4% degli intervistati si è dichiarato per nulla soddisfatto della collaborazione proprio nel delicato ambito dello sviluppo nuovi progetti.
Tra le altre criticità evidenziate nello studio, infine, il 39% degli human resources manager ha lamentato una scarsa collaborazione nell'avvio e nella diffusione di nuove soluzioni agli utenti, il 38% un eccessivo gap tra esigenze e funzionalità implementate e il 29% un certo disallineamento strategico nella traduzione dei piani di business del comparto risorse umane in strategie Ict. C’è poi stato un 26% del campione che ha anche sottolineato sia tensioni nel processo di budgeting sia un insufficiente supporto nell'analisi e nella valutazione dei singoli progetti.

COMMENTI

LASCIA UN COMMENTO

Nome *

Professione

E-mail

Commento *

Desideri ricevere un avviso quando viene pubblicato un commento successivo? Si No

* campi obbligatori