trovalavoro
chiudi

INVIA L'ARTICOLO AD UN AMICO

Il tuo nome

Il tuo indirizzo e-mail

Il nome del tuo amico

L'indirizzo e-mail del tuo amico




Dati 2008 Federalberghi: uno scenario impietoso

Calo delle presenze complessive in Italia del 3,1% e saldo attivo della bilancia valutaria turistica nazionale, passato dai 10,4 miliardi di euro del 2007 a circa 10 miliardi di euro nell’anno da poco trascorso. È questo l’impietoso scenario descritto dai dati recentemente pubblicati da Federalberghi, che sottolinea anche come siano stati 7,8 milioni i pernottamenti alberghieri persi nel corso dell’intero 2008, di cui 1,3 milioni imputabili al calo di turisti italiani e 6,5 milioni a quello dei viaggiatori internazionali. Tra le destinazioni, in particolare, solo le località lacuali avrebbero fatto registrate un trend positivo dei pernottamenti pari a un +2,6% (+9,1% gli italiani e +0,3% gli internazionali). Male, invece, tutti gli altri segmenti, con le località termali a -9,9%, le città d’arte a -6,9%, le città d’affari a -4,6%, le località di mare a -3,9% e le località di montagna a -1,6%. Nonostante le speranze riposte nelle festività natalizie, anche a dicembre 2008 si è poi registrato un calo complessivo dei pernottamenti del 5,4% rispetto allo stesso mese dell’anno precedente. E i primi risultati del 2009, purtroppo, non sembrano invertire la tendenza: a gennaio i pernottamenti alberghieri sarebbero infatti scesi del 7,2% rispetto a dodici mesi prima, l’occupazione netta dei letti del 5% e quella delle camere del 9,1%. Anche il tasso di occupazione dei lavoratori ha naturalmente seguito il trend negativo, calando complessivamente del 4,5% (-9,6% e -3% rispettivamente gli assunti a tempo determinato e indeterminato).

COMMENTI

LASCIA UN COMMENTO

Nome *

Professione

E-mail

Commento *

Desideri ricevere un avviso quando viene pubblicato un commento successivo? Si No

* campi obbligatori