trovalavoro
chiudi

INVIA L'ARTICOLO AD UN AMICO

Il tuo nome

Il tuo indirizzo e-mail

Il nome del tuo amico

L'indirizzo e-mail del tuo amico




Un convegno propositivo
di

Articolo

«Tempo poco clemente dal punto di vista atmosferico, ma un’atmosfera unica, sia per la bellezza della città, sia per la grande ospitalità che abbiamo ricevuto da tutti gli amici vecchi e nuovi». Così sintetizza la tre giorni organizzata in occasione della quindicesima assemblea nazionale Aicr Italia, recentemente svoltasi presso l’Holiday Inn di Napoli, lo stesso presidente dell’associazione, Giorgio Mostarda: «Il momento istituzionale, in particolare, si è rivelato un contesto ideale per discutere della vita associativa, fare il punto della situazione e decidere le nostre strategie future. Durante l’assemblea abbiamo, tra l’altro, elaborato un piano per essere maggiormente presenti lungo tutto il territorio nazionale. A tale scopo organizzeremo presto eventi e incontri in regioni italiane dove più scarsa è la nostra presenza. Così a fine aprile, per esempio, ci recheremo presso un istituto alberghiero pugliese per tenere un seminario dedicato al ricevimento. Inoltre abbiamo anche pensato di creare una serie di figure di riferimento interne ad Aicr, a cui nuovi e vecchi iscritti potranno rivolgersi per qualsiasi informazione desiderino in merito all’associazione e alle sue attività».
Si è poi affrontato il tema dolente dello sponsor, il rapporto con il quale è stato interrotto agli inizi dello scorso mese di gennaio. «Ci siamo presi fermamente l’impegno di sondare tutte le strade per rimpiazzare il contributo che annualmente ci veniva dal nostro vecchio sponsor», racconta Mostarda. «Gli impegni della nostra associazione sono, infatti, molti: trovare uno o più sostegni economici esterni è perciò per noi una priorità davvero importante».
Ma l’evento partenopeo ha dato anche ai soci Aicr l’opportunità di partecipare a un seminario, tenuto da Andrea Cacchione di Mind consulting presso l’hotel Royal Continental, sulle migliori strategie per uscire dalla crisi valorizzando i campioni nascosti, nonché di effettuare una piacevole visita al museo di Capodimonte. «Passeggiare tra le ricche sale di una reggia borbonica ricolma di opere d’arte appartenenti a numerosi artisti di livello internazionale come, per esempio, Tiziano, Raffaello, El Greco, Correggio, Parmigianino e i Carracci, è stata un’esperienza davvero sorprendente», ci tiene a precisare Mostarda. «Ma non meno importante è stato anche il momento conviviale della cena di gala di sabato sera, durante la quale molti dei nostri colleghi si sono esibiti in performance canore e danzanti di inatteso valore».
Nei giorni immediatamente successivi all’assemblea nazionale è giunta, infine, alla presidenza Aicr un’anticipazione davvero lusinghiera per l’associazione. «È con grande piacere e con un pizzico di orgoglio che posso annunciare la prossima nomina a professionista dell’anno Solidus dell’ex presidente Aicr, attualmente general manager dell’hotel Caruso di Ravello, Franco Girasoli», conclude, infatti, Mostarda. «La proclamazione ufficiale avverrà ai primi di aprile a Milano, ma volevo esprimere già tutta la mia soddisfazione per questo risultato raggiunto da un collega che, nonostante sia ormai direttore, rimane pur sempre un nostro associato ed è persino venuto a trovarci a Napoli».

COMMENTI

LASCIA UN COMMENTO

Nome *

Professione

E-mail

Commento *

Desideri ricevere un avviso quando viene pubblicato un commento successivo? Si No

* campi obbligatori