trovalavoro
chiudi

INVIA L'ARTICOLO AD UN AMICO

Il tuo nome

Il tuo indirizzo e-mail

Il nome del tuo amico

L'indirizzo e-mail del tuo amico




Un panettone made in Milan Marriott
di

Articolo

Fra tutti i dolci tipici italiani, il panettone di Milano ha un fascino tutto suo. A Natale non manca mai sulla tavola delle feste. Ma quando è nato il panettone? E chi lo ha inventato? È il dolce milanese per eccellenza e non ci si deve meravigliare, perciò, se un po’ di nebbia avvolge anche le sue origini. La storia meno improbabile narra che sia nato da un errore nell’impasto da parte di un panettiere distratto e innamorato, chiamato Toni. Nacque così il Pan di Toni: un pane particolare, quasi dolce, con le uvette, i canditi e un po’ troppo lievito finito nell’impasto.
Fedeli alle tradizioni e scrupolosi nel rispetto della ricetta originaria, i pasticceri del Milan Marriott hotel hanno recentemente presentato il primo panettone de La Brasserie de Milan (il ristorante interno all’albergo): una delizia vestita con vero oro goffrato, ossia inciso a caldo con effetto a rilievo. «Abbiamo voluto realizzare un prodotto di alta pasticceria in linea con la nostra filosofia gastronomica», ha dichiarato, in occasione della presentazione ufficiale del dolce, il general manager del Milan Marriott, Santo Alba. «L’unico nostro segreto, in questo caso, consiste però nella pazienza con cui l’abbiamo realizzato e nella scelta accurata di materie prime di qualità: la lievitazione del nostro panettone dura, infatti, più di 18 ore».
Nell’occasione, i pasticcieri del Milan Marriott hanno poi espresso la loro creatività con un paio di originali suggerimenti per utilizzare il panettone avanzato durante le prossime feste.
Una ricetta creativa: il Clafouty di panettone

Ingredienti per 4 persone
latte l. 1, zucchero semolato g. 250, 10 uova intere, 1 bacca di vaniglia, uva sultanina g. 50, caramello e avanzi di panettone a cubetti qb.
Procedimento
Versare il caramello sul fondo di uno stampo monoporzione. Bollire il latte con lo zucchero e la bacca di vaniglia. A parte, sbattere le uova intere. Versare il latte sulle uova e mescolare fino a ottenere un composto cremoso. Riempire gli stampi con il panettone a cubetti, l’uva sultanina e il composto. Cuocere a bagnomaria a 160 gradi per 40-50 minuti. Servire tiepido o freddo, accompagnato con dello zabaione al moscato.

COMMENTI

LASCIA UN COMMENTO

Nome *

Professione

E-mail

Commento *

Desideri ricevere un avviso quando viene pubblicato un commento successivo? Si No

* campi obbligatori