trovalavoro
chiudi

INVIA L'ARTICOLO AD UN AMICO

Il tuo nome

Il tuo indirizzo e-mail

Il nome del tuo amico

L'indirizzo e-mail del tuo amico




Un successo straordinario
di

Articolo

Un ritorno superiore a ogni più rosea aspettativa. È quello fatto registrare dal cinquantanovesimo congresso nazionale Aibes, che ha visto la partecipazione di 500 barman, ma soprattutto di ben 2.500 visitatori. Un numero, quest’ultimo, ben maggiore a quota 500: la soglia indicata alla vigilia dell’evento dal vicepresidente Aibes, Angelo Borrillo, come obiettivo auspicato da raggiungere e superare. È stata, in particolare, la novità dei master dedicati ai più recenti trend internazionali del beverage a riscuotere un grande apprezzamento presso il pubblico, sia dei professionisti sia dei non addetti ai lavori.
Anche se, come vuole tradizione, il vero momento clou del congresso è stato quello delle competizioni, che hanno visto i 125 bartender, selezionati durante le gare regionali organizzate dalle 17 sezioni Aibes sparse sul territorio nazionale, affrontarsi a colpi di shaker. A salire sul gradino più alto del podio è stato, in particolare, Silvano Evangelista della sezione Lombardia, che, con il suo drink Lucia, ha ottenuto il miglior punteggio assoluto nella categoria free: la competizione più prestigiosa tra quelle in cui è suddiviso il concorso nazionale dedicato ai barman e ai capibarman italiani. Evangelista, che lavora al Leading hotel Villa La Massa di Firenze, rappresenterà perciò proprio Aibes Italia, insieme al trionfatore della categoria flair, Cristian Salis, al concorso mondiale Iba (International bartenders association), in programma a Berlino nel 2009.
Vincitrice del premio quale migliore barman dell’anno, ma sarebbe forse meglio dire barlady dell’anno, è stata invece, grazie al suo drink Rock’n Soul, Ursula Chioma, della sezione Marche-Abruzzo-Molise, che lavora presso l’hotel Cristallo Palace di Cortina d’Ampezzo: una vittoria in rosa particolarmente significativa, perché capace di testimoniare l’ormai ampia diffusione dell’arte dello shaker anche nell’universo femminile.
I vincitori di ogni categoria
CATEGORIA FREE
Silvano Evangelista con la ricetta Lucia. Della sezione Lombardia, lavora presso il Leading hotel Villa La Massa di Firenze.

MIGLIOR BARMAN DELL’ANNO
Ursula Chioma, con il drink Rock’n Soul. Della sezione Marche-Abruzzo-Molise, lavora presso l’hotel Cristallo Palace di Cortina d’Ampezzo.

CATEGORIA FLAIR
Cristian Salis con la ricetta My Dream. Della sezione Sardegna, lavora presso il Papallero wine brunch bar di Alghero.

PREMIO ANGELO ZOLA (riservato ai giovani barman di età non superiore ai 28 anni) Francesco Cione con il drink Sanremo Sling. Della sezione Lombardia, lavora presso l’hotel Cipriani di Venezia.

CATEGORIA FROZEN (riservata agli aspiranti barman)
Giovanni Dell’Olio con la ricetta Mismao. Lavora presso lo Switch di Risceglie (Bari).

CATEGORIA EMERGENTI (riservato ai corsisti Aibes)
Erik Bertozzi della sezione Emilia Romagna-Repubblica di San Marino.

CONCORSO A SQUADRE (novità assoluta)
Sezione Lombardia.

PRIMA FLAIR COMPETITION MONIN (premio istituito dall’omonima azienda in esclusiva per la categoria flair)
Carmine Nasti con il drink Uppercup. Della sezione Campania, lavora presso l’American bar Chandelier di Napoli.

COMMENTI

LASCIA UN COMMENTO

Nome *

Professione

E-mail

Commento *

Desideri ricevere un avviso quando viene pubblicato un commento successivo? Si No

* campi obbligatori