trovalavoro
chiudi

INVIA L'ARTICOLO AD UN AMICO

Il tuo nome

Il tuo indirizzo e-mail

Il nome del tuo amico

L'indirizzo e-mail del tuo amico




LeBlond: obiettivo giovani
di

Articolo

WWW.LEBLOND.IT
Un target veloce, particolarmente ricettivo nei confronti delle novità, che si innamora velocemente, ma che altrettanto velocemente tradisce. È il pubblico giovane, cui il tour operator Settemari si rivolge con il suo brand dedicato LeBlond.
«La nostra idea», spiega il responsabile prodotto, Giorgio Jacono, «è stata quella di sfruttare le conoscenze approfondite derivate dall’ultra venticinquennale esperienza Settemari in alcune destinazioni per creare un’offerta appositamente pensata per un target giovanile: strutture con un ottimo rapporto qualità-prezzo e programmi destrutturati, in grado di adattarsi alle più svariate esigenze dei nostri ospiti. Perché i viaggiatori LeBlond amano sentirsi liberi e decidere al momento le mete delle proprie uscite».
Non ci sono così solo le discoteche nell’immaginario giovanile cui si rivolge LeBlond. «Certo, in alcune destinazioni come Ibiza», prosegue Jacono, «la serata in discoteca fino alle 6 di mattina è pressoché d’obbligo, ma ci sono altre località, come per esempio Rodi, dove i nostri clienti prediligono alternare la classica notte bianca a suon di musica, ritmi incalzanti e luci psichedeliche con beach party, serate aperitivo e, magari, qualche escursione diurna nelle migliori location dell’isola».
Fondamentale, nell’interpretare gli umori del momento, è l’opera dei pr. «I nostri animatori devono innanzitutto possedere grandissime doti di contatto, senza dimenticare le capacità organizzative necessarie a gestire gruppi anche molto numerosi. I pr sono inoltre punti di osservazione privilegiati per capire mode, tendenza e novità dell’universo giovanile. Le riunioni di fine stagione con i nostri animatori si rivelano, infatti, spesso più utili di qualsiasi ricerca di mercato per comprendere fino in fondo le evoluzioni della domanda di questo particolare segmento».
Ma come si definisce esattamente il target giovane? «All’inizio», racconta Jacono, «avevamo pensato di indicare già nel logo LeBlond l’intervallo di età a cui intendevamo rivolgerci con la nostra offerta: i ragazzi dai 18 ai 35 anni. Poi, però, ci siamo resi conto che tale definizione era limitativa: giovane, in altre parole, è per noi chi si considera tale per mentalità, approccio alla vacanza e stile di vita».
Per fidelizzare un pubblico così poco incasellabile già in fase di definizione, le strategie di LeBlond sono semplici: «Non cessare mai di essere in movimento, adattando l’offerta alle continue evoluzioni dei gusti e delle mode dei giovani. È per questo motivo che abbiamo deciso di mantenerci il più possibile indipendenti nei rapporti con i diversi locali attivi nelle destinazioni comprese nei nostri cataloghi. Un approccio che ci permette di garantire ai nostri ospiti sempre il meglio dell’offerta e, soprattutto, quello che loro prediligono in ogni determinato momento».
La strategia LeBlond non si esaurisce però nella definizione di un prodotto vacanza ideale, ma prosegue con una serie di iniziative volte a coinvolgere i propri clienti anche dopo il ridotto periodo temporale del viaggio. «Recentemente, per esempio», specifica Jacono, «abbiamo pensato di aprire un sito di social networking esclusivamente dedicato alla linea LeBlond, in modo da creare una vera e propria community on-line. Ancora una volta, l’idea alla base del progetto era quella di lasciare la più ampia libertà possibile ai suoi utilizzatori. Oggi abbiamo già circa un migliaio di utenti registrati e le nostre soddisfazioni migliori le otteniamo quando gli internauti utilizzano il nostro sito per organizzare incontri tra gruppi di amici conosciutisi durante una vacanza LeBlond, oppure per cercare compagni di viaggio in vista di una nuova esperienza presso una delle nostre destinazioni».
La formula giovane Settemari sembra proprio funzionare, tanto che, nonostante l’attuale congiuntura economica non favorevole, le performance LeBlond sono state positive anche durante l’ultima estate. «Numeri precisi non ne possediamo ancora», precisa Jacono, «ma possiamo già dire di aver sicuramente registrato un ulteriore aumento delle presenze rispetto al 2007. Per chi lavora con questo segmento di mercato c’è, infatti, un’unica garanzia: il giovane, se ha qualche euro da parte, alla vacanza non rinuncia di certo».
Nel prossimo futuro, infine, LeBlond concentrerà molti dei propri sforzi per espandere ulteriormente la community, non solo on-line. «Già l’anno scorso», conclude Jacono, «abbiamo dato il via a una serie di eventi in giro per l’Italia dedicati ai viaggiatori LeBlond. Quest’anno intendiamo ripetere l’esperienza, ampliandone ulteriormente i contenuti e cercando anche occasioni e modalità diverse dalla semplice serata in discoteca».
Identikit di un brand
Nato nel 2004 come iniziativa sperimentale del tour operator Settemari, il progetto LeBlond è stato accolto subito con molto favore e si è così sviluppato in destinazioni situate sia in Italia, sia in altre località del bacino del Mediterraneo. In particolare, le mete più richieste sono risultate la Spagna e la Grecia. Luoghi trendy, dinamismo, notti brave e una vacanza poco vissuta in hotel sono le caratteristiche principali dell’offerta LeBlond, che si coniuga in varie tipologie di soggiorno non solo in albergo, ma anche in alcuni villaggi in grado di fornire ampie possibilità di divertimento.

COMMENTI

LASCIA UN COMMENTO

Nome *

Professione

E-mail

Commento *

Desideri ricevere un avviso quando viene pubblicato un commento successivo? Si No

* campi obbligatori