trovalavoro
chiudi

INVIA L'ARTICOLO AD UN AMICO

Il tuo nome

Il tuo indirizzo e-mail

Il nome del tuo amico

L'indirizzo e-mail del tuo amico




La provincia pavese si propone come destinazione di eccellenze enogastronomiche
di

Articolo

Si è svolta recentemente a Pavia la cinquantaseiesima edizione di Autunno Doc, tradizionale appuntamento enogastronomico organizzato dall’azienda speciale della Camera di commercio della città lombarda, Paviamostre. Buona l’affluenza di pubblico alla manifestazione, durante la quale i visitatori hanno potuto degustare i prodotti tipici del territorio pavese offerti dai migliori produttori presenti a Palazzo esposizioni.
«Con Autunno Doc abbiamo voluto testimoniare ancora una volta la centralità del settore enogastronomico nello sviluppo del nostro territorio», spiega il segretario generale della Camera di commercio, Alessandro Scaccheri. «Un vero e proprio trait d’union degli elementi che compongono la spina dorsale della nostra economia: la filiera agroalimentare e il settore turistico, che a Pavia si lega indissolubilmente proprio alla proposta dei prodotti enogastronomici. Il nostro obiettivo principale è, così, quello di promuovere il nostro territorio come una destinazione dove si mangia e si beve bene, sul modello di quanto è già avvenuto nelle Langhe, nel Chianti e nella Franciacorta».
Durante l’edizione 2008 di Autunno Doc, particolare successo tra il pubblico hanno riscosso le degustazioni di salumi e formaggi, ma pure il salone dei risotti ha registrato il tutto esaurito ogni sera, grazie a una proposta selezionata delle migliori ricette della tradizione risicola pavese e lombarda, abbinate a selezionati vini dell’Oltrepò pavese. Da segnalare anche Gustando… si impara, il corso gratuito in cinque lezioni per aspiranti assaggiatori di vino, curato dalla delegazione di Pavia della Federazione italiana sommelier albergatori e ristoratori (Fisar).
«Un’interessante novità di quest’anno», prosegue Scaccheri, «è stata poi l’accresciuta apertura verso altre realtà produttive con caratteristiche di eccellenza simili a quelle del nostro territorio. Per l’occasione abbiamo anche siglato un gemellaggio, basato sulla comune connotazione agricola e sull’eccellente produzione vitivinicola dei due territori, tra la nostra Camera di commercio e quella di Imperia, che ha partecipato quest’anno per la prima volta ad Autunno doc». La collaborazione continuerà peraltro, poi, a fine novembre quando la Camera di commercio pavese sarà a sua volta presente all’ottava edizione della manifestazione ligure Olioliva, dove porterà i prodotti del proprio territorio e, in particolare, il riso, di cui il pavese è la provincia produttrice più importante d’Europa.
«Il turismo enogastronomico rappresenta oggi un settore in espansione con oltre 4 milioni di persone che mettono fra le proprie motivazioni di viaggio l’enogastronomia», conclude Scaccheri. «È perciò necessario che tutti i soggetti coinvolti in questo settore si muovano all’unisono per valorizzare le proprie eccellenze e rendere il nostro territorio sempre di più una meta appetibile». L’appuntamento con Autunno Doc è così già fissato per il prossimo anno, quando la manifestazione sarà spostata però a fine settembre.

COMMENTI

LASCIA UN COMMENTO

Nome *

Professione

E-mail

Commento *

Desideri ricevere un avviso quando viene pubblicato un commento successivo? Si No

* campi obbligatori