trovalavoro
chiudi

INVIA L'ARTICOLO AD UN AMICO

Il tuo nome

Il tuo indirizzo e-mail

Il nome del tuo amico

L'indirizzo e-mail del tuo amico




Ci vorrebbero più Morigerati in Italia
di

Immaginate un paesino di 800 abitanti nel cuore del Cilento: un piccolo agglomerato urbano in un’oasi nazionale del Wwf; un centro nei pressi di un interessante complesso di grotte carsiche e non distante da mete turistiche come Maratea e da uno dei siti archeologici più importanti del Mezzogiorno come quello di Paestum.
Fate risuonare per un attimo uno slogan poco originale: «Voi pensate a rilassarvi, al resto pensiamo noi». Ecco gli ingredienti della bella iniziativa del comune di Morigerati: trasformare per l’estate l’intero paese in un enorme e caratteristico albergo.
Pare infatti che chi voglia pernottare a Morigerati potrà scegliere una delle 100 case immerse nella natura del parco del Cilento, messe a disposizione dai residenti del comune, oppure potrà essere ospitato nelle abitazioni del centro storico del piccolo paese. Secondo le dichiarazioni della locale amministrazione comunale, sarà possibile acquistare dei pacchetti grazie ai quali i turisti avranno diritto, oltre all’ospitalità, anche alla prima colazione e alla cena nei ristoranti e nelle pizzerie del paese, nonché al trasporto dall’aeroporto di Napoli e ai transfer per i luoghi turistici della zona.
In Italia si discute da molto tempo sul turismo nei centri minori e sul concetto di albergo diffuso. Idee che molto spesso restano nei manifesti elettorali, nei project work di alcuni consulenti e nelle aule di certi accademici. Bene, l’iniziativa di questo piccolo centro del Cilento potrebbe essere un bel progetto per verificare l’appetibilità sul mercato di questo genere di proposta turistica; una soluzione per rilanciare turisticamente aree molto interessanti, che spesso non hanno la forza di farsi spazio tra le mete turistiche più consolidate. Un progetto che potenzialmente potrebbe far contenti tutti, portando gettito grazie al turismo, valorizzando le risorse locali e assicurando un alto grado di sostenibilità. Questo, sperando che l’accordo e l’armonia restino sempre vivi tra gli 800 atipici albergatori morigeratesi.
Nella vita non sono un sostenitore assoluto della morigeratezza, ma devo ammettere che più Morigerati in Italia non mi dispiacerebbero.

COMMENTI

LASCIA UN COMMENTO

Nome *

Professione

E-mail

Commento *

Desideri ricevere un avviso quando viene pubblicato un commento successivo? Si No

* campi obbligatori