trovalavoro
chiudi

INVIA L'ARTICOLO AD UN AMICO

Il tuo nome

Il tuo indirizzo e-mail

Il nome del tuo amico

L'indirizzo e-mail del tuo amico




Realty nel Mondo - 01-08-2008

La crisi dei sub prime non pare arrestare l’espansione degli investimenti nel comparto alberghiero americano.
Nonostante la non felice congiuntura economica, il mercato degli investimenti immobiliari alberghieri a stelle e strisce pare mostrare ancora ottimi segnali di salute. L’ufficio di Miami dell’Istituto nazionale per il commercio estero (Ice) ha, infatti, recentemente reso noti i dati elaborati dalla società di ricerche di mercato specializzata nel comparto ricettivo, Lodging econometrics, che ha evidenziato, nel suo ultimo rapporto, come continuino ad aumentare le nuove realizzazioni nel settore alberghiero statunitense. Nell'ultimo trimestre del 2007, in particolare, sono stati censiti oltre 5.400 nuovi progetti di strutture ricettive, per un totale di oltre 718 mila camere. Nei primi tre mesi del 2008, il numero dei piani di sviluppo per nuovi hotel è salito a oltre 5.800, corrispondenti a 780 mila camere. Il periodo gennaio-marzo 2008 ha visto così la nascita di circa 400 progetti alberghieri in più rispetto ai tre mesi precedenti.

La Repubblica Dominicana punta allo sviluppo della costa nord.
Un investimento di 250 milioni di dollari a capitale misto pubblico e privato. È la cifra stanziata in Repubblica Dominicana per lo sviluppo della regione di Puerto plata, situata lungo la costa nord del paese. La prima tranche di capitale, pari a circa 50 milioni di dollari, è destinata alla realizzazione del complesso immobiliare Sea Wind del resort Punta Goleta a Cabarete. Il piano dell’intero progetto turistico-residenziale comprende, in particolare, la costruzione di appartamenti e ville, nonché di un solarium, di una spa e di un centro commerciale, prospicienti una spiaggia di ben 600 metri. Il programma d’investimento complessivo di 250 milioni di dollari prevede inoltre la realizzazione di una serie di nuove infrastrutture, tra cui un porto turistico e commerciale, un’autostrada a quattro corsie, nonché una strada panoramica lungo la costa.


In Slovacchia si cercano investitori per la costruzione dell’acquapark della capitale.
Il comune di Bratislava sta cercando investitori privati per la costruzione dell’acquapark cittadino. A rendere nota la notizia è ancora una volta l’Ice, in particolare la sua sede slovacca, che rivela anche come il sindaco Andrej Durkovsky abbia dichiarato disponibili alcuni terreni comunali per lo sviluppo del progetto: la zona di South city nel quartiere Petrzalka, i dintorni di Zlate piesky, nella zona dei laghi, e il quartiere di Vajnory.

COMMENTI

LASCIA UN COMMENTO

Nome *

Professione

E-mail

Commento *

Desideri ricevere un avviso quando viene pubblicato un commento successivo? Si No

* campi obbligatori