trovalavoro
chiudi

INVIA L'ARTICOLO AD UN AMICO

Il tuo nome

Il tuo indirizzo e-mail

Il nome del tuo amico

L'indirizzo e-mail del tuo amico




Un’armonia di natura e design
di

Articolo

In un mondo dove stress, rumore e frenesia condizionano la vita è bello trovare un luogo di tranquillità e armonia, un posto naturale e prezioso per recuperare equilibrio e serenità. Nella splendida alta valle di Buddeo, a pochi minuti dal pittoresco e antico paese di San Pantaleo (Ot), in un’area di cinque ettari di bosco di rara bellezza, tra il verde cupo dei lecci e dei ginepri, il biancore delle rocce granitiche scavate dal vento, immerso nei profumi intensi della macchia sarda e circondato da incantevoli punti panoramici, si scopre il resort Petra Segreta. La struttura è situata su una terrazza naturale da cui si gode una splendida vista panoramica che abbraccia la Costa Smeralda con il golfo di Arzachena e spazia fino alle isole di Caprera e de La Maddalena per giungere fino alla Corsica.
Il resort Petra Segreta, in particolare, è il risultato dell’attenta ristrutturazione di un piccolo borgo di stazzi, tipiche costruzioni galluresi, in cui sono state ricavate camere d’albergo raffinate e confortevoli, perfettamente integrate nella natura circostante e assolutamente intatte nella loro struttura originale. I proprietari Luigi e Rossella da anni cercavano un luogo dove realizzare il loro ideale d’accoglienza: uno stile di vita semplice e ricercato in una natura selvaggia e forte.
Il vivere sostenibile non è, infatti, né un sogno né un delirio hippy fuori tempo massimo. Grazie alla ricerca architettonica più avanzata e all’innovazione tecnologica riscoprire uno stile di vita più autentico e naturale è possibile, anzi quasi un dovere morale nei confronti delle future generazioni: ecologico non fa necessariamente rima con low profile e mancanza di confort e il Petra Segreta resort & spa ne è la perfetta dimostrazione. Qui la sensazione di vivere in un sogno è tangibile e quotidiana, ma è soprattutto al tramonto che l’atmosfera si carica di magia con le infinite sfumature del cielo e le luci del golfo di Cannigione che splendono in lontananza.
Seguendo le ultime tendenze in materia di rispetto ambientale tutte le costruzioni sono state così restaurate con un uso sapiente di pietra locale, legno e materiali recuperati: un gioco di portici e scorci panoramici colgono al massimo la luce naturale nei vari momenti della giornata, grandi prati verdi si alternano ad angoli di macchia mediterranea e rocce levigate dal vento, creando un sistema di correnti, quasi un condizionamento naturale.
Cuore del borgo che ospita il resort è la costruzione principale affacciata sulla piscina, dove si trovano la hall, il salotto con camino, la sala lettura, l’angolo bar con terrazzo panoramico e il ristorante con verande all’esterno. Qui si ritrova il gusto e l’atmosfera delle vecchie case di campagna, con un’immediata sensazione di calore e accoglienza.
La cucina curata dallo chef Luigi Bergeretto unisce poi l’inconfondibile stile italiano e regionale alle nuove tendenze: grande rispetto per le tradizioni ma anche innovazione e creatività; gli ingredienti sempre freschi e genuini sono trattati con tocco leggero e rendono i piatti sani e digeribili. Chef Luigi orchestra così ogni giorno un banchetto, un piacere per occhi e palato, a base di pesce selvatico, carne di pascolo e cibi genuini senza concimi chimici, additivi e mangimi.
La grande scoperta del resort è però il centro benessere: un ambiente studiato nei minimi particolari per offrire agli ospiti il confort ideale, così da trarre il massimo beneficio dai trattamenti. Due grotte naturali di roccia granitica scavate dal vento sono usate per trattamenti speciali mirati al raggiungimento di un perfetto benessere psicofisico, come il Segreto di Petra, consistente in un letto di sale marino posto al centro di una delle grotte, su cui sdraiarsi e rilassarsi, respirando profondamente per dare beneficio a pelle, polmoni, muscolatura e articolazioni. Anche il Percorso dei giganti è un programma unico, con massaggi speciali praticati da esperti di discipline orientali e realizzato all’aperto in mezzo alla vegetazione incontaminata e lussureggiante: il trattamento è praticato su tutto il corpo con una miscela di olii essenziali studiati secondo le condizioni psicofisiche dell’ospite.
Importante, infine, è sottolineare che molti percorsi wellness sono stati ideati e organizzati da Dipu, uno dei massimi esperti indiani di massaggi ayurvedici. Il maestro e la sua équipe intendono in questo modo aiutare gli ospiti a riconquistare il benessere fisico: via maestra per un completo benessere interiore.

Tutti i segreti dell'ayurveda

L'ayurveda è la medicina tradizionale utilizzata in India fin dal quarto millennio avanti Cristo e diffusa ancora oggi nel sub-continente più di quella occidentale. Ayurveda è una parola composta da ayu, vita, e veda, conoscenza, traducibile quindi come scienza della vita. Viene citata per la prima volta nel Charaka Samhita: un trattato di 500 principi medicinali compilato intorno al 1000 a.C. durante il regno dell'imperatore Kanishka
Antico e complesso sistema, si è sviluppato nella sua forma attuale attraverso millenni di ricerche e sforzi innovativi. L'ayurveda si occupa, da tutti i punti di vista, del benessere dell'uomo, nel suo aspetto fisico, psichico e spirituale, sia curando le patologie sia intervenendo sullo stato di salute normale. L’obiettivo è quello di aiutare i malati a curarsi e le persone sane a mantenere il proprio benessere prevenendo le malattie.
I principi medicinali utilizzati sono, in genere, minerali e metalli purificati e combinati con acidi fulvici ed erbe, in forma di polveri, pastiglie o infusi. La maggior parte dei preparati è di natura fitoterapica, come l'Amalaki (emblica officinalis), il Trikatu (un composto di tre erbe: lo zenzero, il pepe e il pippali o piper longum), l’Haridra (curcuma), il Brahmi (Bacopa Monnieri), il Tulasi (Ocimum sanctum), l’Erand (ricinis communis), il Guduchi (tinospora cordifolia), il Kumari (aloe) e il Gokshur (tribulus terrestris). Ogni medicinale ha una specifica modalità d’utilizzo per poter agire alla propria massima efficacia. Alle diverse sostanze da assumere, l'ayurveda affianca poi esercizi di respirazione profonda, differenti secondo lo stato di salute.

Fonte, voce di Wikipedia: "Italia". Testo rilasciato in base ai termini della Gnu free documentation license

COMMENTI

LASCIA UN COMMENTO

Nome *

Professione

E-mail

Commento *

Desideri ricevere un avviso quando viene pubblicato un commento successivo? Si No

* campi obbligatori