trovalavoro
chiudi

INVIA L'ARTICOLO AD UN AMICO

Il tuo nome

Il tuo indirizzo e-mail

Il nome del tuo amico

L'indirizzo e-mail del tuo amico




Un film al centro della nuova operazione di promozione turistica delle Fiandre
di

Articolo

Una campagna di promozione turistica legata all’uscita di un film. È l’ultima idea dell’ufficio italiano di Fiandre turismo, lanciata in concomitanza con la distribuzione nelle sale del nostro paese di “In Bruges, la coscienza dell’assassino”. Diretto da Martin McDonagh, con la partecipazione di Colin Farrel, Ralph Fiennes e Brendan Gleeson, la pellicola narra, infatti, una vicenda completamente ambientata nella cittadina fiamminga, che non si limita a fare da semplice sfondo all’azione, ma sale prepotentemente alla ribalta quasi interagendo con gli attori protagonisti. «Abbiamo perciò colto questa occasione», spiega il responsabile relazioni con i media dell’ufficio di rappresentanza delle Fiandre in Italia, Luca Lo Basso, «per organizzare una campagna promozionale in collaborazione con Mikado film, casa distributrice in Italia della pellicola. L’iniziativa ha previsto la diffusione nelle agenzie di viaggio del materiale di comunicazione visiva della Mikado, nonché la realizzazione di un concorso con in palio un week end nei luoghi del film».
Il progetto ha coinvolto ben 5 mila agenzie sul territorio nazionale e 8 tour operator. «Si è trattato di un’operazione di co-marketing, dai costi relativamente contenuti, ma al contempo in grado di garantire benefici a tutti i partecipanti al progetto», prosegue Lo Basso. «A partire dalla stessa casa distributrice, che ha fornito il materiale promozionale, per arrivare sino alle agenzie di viaggio e ai tour operator che hanno potuto sfruttare l’occasione per lanciare un prodotto dai contenuti indubitabilmente originali. Tra l’altro, sono stati realizzati anche alcuni pacchetti ad hoc per un soggiorno a Bruges alla scoperta dei luoghi del film. Boscolo, in particolare, ha persino organizzato un’anteprima del film a Padova».
L’iniziativa dell’ente italiano s’inserisce in un più ampio progetto di promozione della regione fiamminga nel nostro paese, che ha preso il via dopo la recente scissione dell’ente del turismo belga in due uffici distinti: l’uno per le Fiandre, appunto, l’altro per la Vallonia. Un’operazione già da tempo applicata con successo presso le sedi inglesi, olandesi, francesi e tedesche, che va incontro ai dettami della costituzione federale dello stato e mira a garantire una promozione più legata alle esigenze delle due regioni in cui è diviso il paese.
«Con questo nuovo assetto, in particolare, è aumentato il budget a disposizione della regione fiamminga per la promozione della destinazione nel nostro paese», conclude Luca Lo Basso. «Siamo, infatti, convinti di avere per le mani un prodotto appetibile e dalle ampie potenzialità di sviluppo soprattutto nell’ambito del settore degli short break. Così partendo dai 350 mila pernottamenti generati dal mercato italiano nel corso del 2007, quest’anno ci aspettiamo di registrare una crescita di circa il 2%. Per raggiungere questo obiettivo ci stiamo perciò concentrando soprattutto sulla promozione delle destinazioni cittadine. In particolare, puntiamo a valorizzare quelli che da sempre sono considerati i punti forte della regione: il suo vasto panorama artistico-culturale accompagnato peraltro da un’ampia proposta di servizi di livello medio-alto. Al contempo però miriamo anche a porre l’accento su alcuni degli aspetti più innovativi delle Fiandre, come, per esempio, quelli legati al recente sviluppo della moda e del design fiammingo».
In Bruges, la coscienza dell’assassino

Brillante commedia dai toni dark, girata e ambientata a Bruges con attori di calibro internazionale, la pellicola è nelle sale italiane dallo scorso 16 maggio: due killer professionisti, Ray e Ken, ricevono dal loro capo Harry l’ordine di nascondersi a Bruges, dopo che Ray, nel compiere l’esecuzione di un prete, ha accidentalmente ucciso un bambino. Estraniati totalmente dal loro mondo, i due gangster si trovano coinvolti in rocambolesche avventure e pericolosi imprevisti con loschi personaggi locali e con la troupe di uno stravagante film che si sta girando nella cittadina. Non è mai troppo tardi per iniziare una nuova vita…

COMMENTI

LASCIA UN COMMENTO

Nome *

Professione

E-mail

Commento *

Desideri ricevere un avviso quando viene pubblicato un commento successivo? Si No

* campi obbligatori