trovalavoro
chiudi

INVIA L'ARTICOLO AD UN AMICO

Il tuo nome

Il tuo indirizzo e-mail

Il nome del tuo amico

L'indirizzo e-mail del tuo amico




Notizie in Pillole - 30/05/2008

Un corso Bocconi per il turismo enogastronomico
Dall’11 al 13 giugno si terrà a Milano il corso “Il turismo enogastronomico. Strategie di valorizzazione e strumenti operativi”, organizzato dalla Sda Bocconi school of management per offrire ai partecipanti una chiave di lettura che permetta loro di interpretare le tendenze attuali del settore. Il corso intende inoltre fornire gli strumenti utili per affrontare le problematiche e le nuove sfide connesse alla gestione del turismo enogastronomico attraverso un’analisi dei più avanzati processi di promozione e comunicazione disponibili. L’iniziativa si rivolge a operatori pubblici e privati che si occupano della programmazione, del coordinamento e delle gestione turistica del territorio e della valorizzazione delle risorse.

Il turismo italiano s’impegna a favore della pace e della conoscenza fra i popoli
Dall’iniziativa di Stefano Geminiani, international account executive di TeamAmerica, di Mariangela Candiani, direttore di Gastaldi 1860 e di Johanna Fragano, direttore generale dell’hotel Quirinale di Roma nonché presidente dell’Ehma, è nato l’Italian chapter dell’International institute for peace through tourism. Il capitolo italiano proseguirà sulla linea della mission dell’associazione Onlus fondata nel 1986 negli Stati Uniti con l’obiettivo di incoraggiare tutte le iniziative del mondo del turismo volte a contribuire alla cooperazione internazionale, alla conoscenza tra i popoli e alla lotta contro la povertà per concorrere alla promozione dei concetti di sostenibilità e di pace universale. «Sono da sempre convinta», ha commentato Johanna Fragano, «dell’importanza che la conoscenza tra popoli diversi può avere per trasmettere valori universali positivi. So che c’è molto lavoro da fare, ma ho fiducia che il mondo del turismo saprà affrontare questa nuova sfida». www.iipt.org/italy

L’industria crocieristica europea, un settore in salute
Stando a un recente studio realizzato dallo European cruise council (Ecc) e riportato dall’ufficio di Miami dell’Istituto nazionale per il commercio estero, l'industria delle crociere in Europa occupa attualmente oltre 250 mila persone e genera più di 10 miliardi di euro di fatturato diretto. «Ogni milione di euro speso dall'industria crocieristica», ha sostenuto a tal proposito il presidente dell'Ecc, David Dingle, «crea 2,2 milioni di euro di utili e 21 posti di lavoro». I porti italiani, e in particolare quelli di Napoli, Civitavecchia, Venezia e Livorno, che assorbono fino al 60% del traffico marittimo nazionale, attraggono un numero maggiore di passeggeri rispetto al resto d'Europa. Per quanto riguarda il 2008, si prevede che gli scali italiani accolgano circa 8,45 milioni di passeggeri con un aumento del 10,45% rispetto al 2007.

COMMENTI

LASCIA UN COMMENTO

Nome *

Professione

E-mail

Commento *

Desideri ricevere un avviso quando viene pubblicato un commento successivo? Si No

* campi obbligatori