trovalavoro
chiudi

INVIA L'ARTICOLO AD UN AMICO

Il tuo nome

Il tuo indirizzo e-mail

Il nome del tuo amico

L'indirizzo e-mail del tuo amico




Notizie in Pillole - 28/04/2008

Jet privati per arricchire l’offerta lusso di Taj hotels
È in fase di decollo una nuova compagnia asiatica di jet privati, nata dalla collaborazione tra la Bjets, società orientale di aviotrasporti e Tata group, una delle più grandi compagnie indiane con rilevanti interessi in numerosissimi settori tra cui l’hôtellierie, comparto in cui è presente con la catena Taj hotels resorts & palaces. «Sono estremamente soddisfatto dell’accordo con Bjets, soprattutto per il valore aggiunto che verrà dato all’esperienza lusso dei Taj hotels: una delle nostre società ad aver investito maggiormente nel piano di sviluppo», spiega Krishna Kumar, vice presidente di Tata group, che si dimostra ottimista per questo progetto da circa 600 milioni di dollari. I voli Bjets inizieranno a operare da maggio 2008: base operativa della compagnia sarà, in particolare, l’Hyderabad international airport.


Un volo di 610 metri per raggiungere il Six sense hideaway zighy bay
Fare il check in al Six sense hideaway zighy bay resort & spa non sarà più una noiosa procedura di routine. Gli ospiti del resort, inaugurato lo scorso gennaio nella penisola del Mussandam in Oman, potranno, infatti, raggiungere la reception dopo un volo di 610
metri legati all’imbragatura di un parapendio. La via aerea è però solo una delle opzioni che l’organizzazione del resort mette a disposizione dei clienti per raggiungere la struttura. Il tragitto può essere fatto, infatti, sia via mare, con dieci minuti di navigazione in barca, sia via terra, attraversando il deserto circostante in jeep. Si tratta di proposte in linea con il nuovo trend del momento, teso a rivalutare anche l’esperienza dell’arrivo in hotel.

Assoedilizia immagina Milano 2015
All’indomani dell’assegnazione di Expo 2015 alla città di Milano, Assoedilizia delinea i probabili scenari futuri del milanese. Nello specifico, è presumibile un forte rafforzamento della connotazione metropolitana del capoluogo lombardo, a cui si sommerà un deciso impulso verso la nuova forma della città policentrica. Un’accelerazione subiranno anche i processi di integrazione etnica e di internazionalizzazione dell’aera urbana. Si prospetta pure un aumento della popolazione nel milanese, con esclusione però dell’area compresa entro i confini della città. Un trend equilibrato caratterizzerà, inoltre, l'andamento dei canoni delle locazioni abitative non di pregio e di quelle commerciali e terziarie. Aumenterà, infine, il valore degli immobili nelle aree interessate dall'indotto diretto del polo espositivo e delle strutture complementari, nonché nelle zone servite dalla rete di mobilità veloce (metropolitane,ferrovie, autostrade e superstrade).

COMMENTI

LASCIA UN COMMENTO

Nome *

Professione

E-mail

Commento *

Desideri ricevere un avviso quando viene pubblicato un commento successivo? Si No

* campi obbligatori