trovalavoro
chiudi

INVIA L'ARTICOLO AD UN AMICO

Il tuo nome

Il tuo indirizzo e-mail

Il nome del tuo amico

L'indirizzo e-mail del tuo amico




Dalle Alpi alla Finlandia
di

Articolo

Quando cinque anni fa il presidente dei soci sostenitori Aibes, Danilo Bellucci, ha ideato il concorso Challenge on ice, non immaginava certo di portare il vincitore in Lapponia. È stato, infatti, un viaggio di quattro giorni in Finlandia, consegnato dal marketing manager Brown-Forman del gruppo Campari, Stefano Tamborini, il più emozionante tra i premi riservati al vincitore della kermesse targata Aibes e svoltasi a Courmayeur (Ao), nelle sale dell’elegante e accogliente Soglia Hotel Gran Baita, il 14 gennaio scorso. A salire sul gradino più alto del podio, un comprensibilmente raggiante Ernesto Molteni, che, essendo fiduciario della sezione Valle d’Aosta dell’Associazione italiana barman e sostenitori, era considerato un po’ come il campione di casa. A garantirgli la vittoria, il suo fancy cocktail Irene, che ha saputo incantare la giuria. Il vincitore sarà così il barman italiano che difenderà i colori nazionali nella prossima prestigiosa International Finlandia vodka cup competition, in programma a metà febbraio e giunta ormai alla decima edizione. Alle spalle del vincitore, si sono piazzati, rispettivamente al secondo e terzo posto, Lucio Carli (della sezione di Genova), con il fancy cocktail Pinguino on ice, e Sergio Aiello (della sezione Calabria), con l’after dinner Deep.
Ma al di là della competizione in se stessa, l’originale Challenge on ice è stato ideato soprattutto per coinvolgere consiglieri e fiduciari delle varie sezioni Aibes ed è diventato, col tempo, un’occasione ambita per ritrovarsi e passare due giornate all’insegna del divertimento. Mentre fuori nevicava intensamente, i responsabili delle 17 sezioni italiane dell’Aibes hanno, così, presentato altrettante proposte libere in tema di pre dinner, after dinner, long drink e fancy cocktail. Una qualificata giuria di operatori del settore ha avuto il piacevole compito di esaminare le proposte con un blind test. I vari elementi da considerare per valutare correttamente le differenti preparazioni sono stati l’aspetto tecnico/gestuale, il colore, l’aroma, il gusto e la decorazione.
Soddisfatto il promotore e responsabile dell’evento, Bellucci, che si è detto contento dello svolgimento delle due giornate di manifestazione: «Penso che i partecipanti siano rientrati a casa con il ricordo di un’atmosfera gradevole e allegra, pronti già per la prossima edizione. Ci tengo a ringraziare, in particolare, la direzione del Soglia Hotel Gran Baita per la perfetta accoglienza, nonché tutti gli sponsor della manifestazione e le aziende socie sostenitrici di Aibes, così come il Consorzio operatori turistici valle del Monte Bianco e il Comune di Courmayeur, senza il cui supporto non sarebbe stato possibile lo svolgimento del Challenge on Ice. L’appuntamento con tutti è naturalmente per il prossimo anno. Arrivederci quindi al 2009».

COMMENTI

LASCIA UN COMMENTO

Nome *

Professione

E-mail

Commento *

Desideri ricevere un avviso quando viene pubblicato un commento successivo? Si No

* campi obbligatori