trovalavoro
chiudi

INVIA L'ARTICOLO AD UN AMICO

Il tuo nome

Il tuo indirizzo e-mail

Il nome del tuo amico

L'indirizzo e-mail del tuo amico




Boutique hotel, complessi turistici eco-compatibili e golf resort: l’offerta turistica si adegua a una domanda in evoluzione

Articolo

Midtwon Manhattan tra i piani di espansione di Orient-Express
Orient-Express hotels ha recentemente annunciato di aver siglato un accordo per l’acquisizione del terreno e dell’edificio Donnell della biblioteca pubblica di New York. Nei piani di Orient-Express vi è la realizzazione del 21 Hotel, un nuovo albergo di lusso con 150 camere. La struttura sarà dotata di una spa e di un centro benessere. Al suo interno sarà inclusa anche un’estensione del ristorante del gruppo 21 Club, con spazi per banchetti e cene business. Il 21 Club originale, un’istituzione a New York, rimarrà nella sua location originaria situata nel cuore della midtown Manhattan e i due edifici saranno collegati tra di loro. «L’espansione della nostra attività verso selezionati progetti di real estate è al centro della strategia del nostro gruppo», afferma il presidente e ceo di Orient-Express hotels, Paul White. «A New York, in particolare, si registra un aumento della domanda di ospitalità di lusso, soprattutto nell’area di Manhattan. Riteniamo che la prossima apertura della nostra struttura possa contribuire alla definizione di un nuovo standard di boutique hotel in questa zona della città, offrendo un’esperienza esclusiva per clienti corporate e leisure». I lavori di costruzione inizieranno nel 2009, non appena il gruppo alberghiero otterrà i permessi necessari, e l’apertura dell’hotel è prevista per il 2011. Il progetto totale, comprendente l’acquisto della biblioteca, comporterà una spesa di 220 milioni di dollari.

Domina lancia l’idea di un nuovo progetto ecologico in Tunisia
Il gruppo Domina intende investire in un progetto di turismo ecologico nel settentrione tunisino che prevede la realizzazione di vari alberghi, residence, stabilimenti balneari e centri ricreativi, nonché di una marina e di una riserva per alcune specie animali. Secondo i promotori, il progetto potrebbe contribuire alla creazione di 30 mila posti di lavoro, oltre a favorire lo sviluppo economico della regione. A rivelarlo l’ufficio di Tunisi dell’Istituto nazionale per il commercio estero che ha anche sottolineato come Ernesto Preatoni, proprietario del gruppo, sia stato ricevuto di recente dal presidente della repubblica di Tunisia, a cui ha presentato una bozza del progetto.

Trump ottiene i permessi per un golf resort in Scozia
Il miliardario americano Donald Trump ha ottenuto dalle autorità locali tutti i necessari permessi per lo sviluppo di uno dei più grandi golf resort d’Europa. Lo sviluppo sarà ubicato nella città di Aberdeen, richiederà investimenti per un miliardo di sterline e comprenderà, oltre a due campi da golf da 18 buche, un albergo di 450 camere, 36 ville, 950 villette e tutta una serie di servizi per i giocatori di golf. Ci sarà inoltre un via, chiamata Trump boulevard, che collegherà la struttura alla rete stradale.

COMMENTI

LASCIA UN COMMENTO

Nome *

Professione

E-mail

Commento *

Desideri ricevere un avviso quando viene pubblicato un commento successivo? Si No

* campi obbligatori