trovalavoro
chiudi

INVIA L'ARTICOLO AD UN AMICO

Il tuo nome

Il tuo indirizzo e-mail

Il nome del tuo amico

L'indirizzo e-mail del tuo amico




Notizie in Pillole - 30/11/2007

Una nuova catena 4 stelle per il mercato italiano

Il panorama ricettivo nazionale si arricchisce di una nuova catena: H2C, frutto della collaborazione tra il gruppo Bastogi e ClassHotel, è stata pensata per una clientela principalmente business ed è caratterizzata da una particolare cura del design e dalla qualità dei servizi offerti. Alle strutture già attive di Pontedera (Pi) e Caserta, si aggiungerà a breve quella di Napoli. Il piano di sviluppo prevede, inoltre, l’apertura di altri dieci hotel in cinque anni per un totale di circa 1.200 camere. Gli alberghi H2C, dislocati in posizioni strategiche nelle principali città italiane, saranno tutti dotati di sale riunioni, area fitness e ristorante.


L’offerta ricettiva italiana protagonista dei premi Condé Nast Johansens 2007

Lo scorso 12 novembre la prestigiosa guida Condé Nast Johansens ha premiato, in occasione del World travel market di Londra, ben cinque alberghi italiani con altrettanti prestigiosi riconoscimenti: l’hotel Byron a Forte dei Marmi (Lu) è stata la struttura più votata dai lettori e ha ricevuto il Reader award; l’hotel de la Ville & la Villa di Monza si è, invece, aggiudicato il premio per il miglior servizio; il Furore inn resort & spa sulla Costiera amalfitana è stato considerato il più romantico albergo della guida, mentre il Grand Hotel Mazzarò sea palace di Taormina (Me) ha vinto il premio quale miglior albergo d’affari; infine, nella categoria guest house, ha prevalso la Torre di San Martino a Gazzola (Pc). Gli altri sette premi sono andati ad alberghi situati alle Canarie, nella Spagna continentale, in Francia e in Slovenia.



In Friuli il turismo si dimostra un settore in salute

Dati confortanti per l’incoming friulano. I risultati, divulgati recentemente dalla Regione e riferiti ai primi nove mesi dell’anno, mostrano un trend in controtendenza rispetto alle non straordinarie performance del resto del Paese: il Friuli Venezia Giulia ha, infatti, sfiorato una crescita del 6% negli arrivi rispetto allo stesso periodo del 2006 e centrato un più modesto +1% nelle presenze, in linea con la progressiva diminuzione della durata delle vacanze alla quale si sta assistendo da qualche tempo. L’anno in corso, inoltre, registra una ripartizione molto più omogenea dei movimenti turistici durante il periodo preso in considerazione. La primavera, in particolare, ha fatto segnare un vero e proprio boom di arrivi grazie al notevole incremento del turismo legato all’arte e alla cultura. Per quanto riguarda le tipologie di strutture scelte, infine, si registra un ottimo +5,5% negli arrivi per gli hotel, che rimangono le soluzioni ricettive principali. Ma balza soprattutto agli occhi l’incremento record degli alberghi diffusi, protagonisti di un +178,2%.

COMMENTI

LASCIA UN COMMENTO

Nome *

Professione

E-mail

Commento *

Desideri ricevere un avviso quando viene pubblicato un commento successivo? Si No

* campi obbligatori