trovalavoro
chiudi

INVIA L'ARTICOLO AD UN AMICO

Il tuo nome

Il tuo indirizzo e-mail

Il nome del tuo amico

L'indirizzo e-mail del tuo amico




Arte e gusto in vetrina
di

Articolo

La cucina e il territorio della Liguria sono stati i temi dominanti del 36° congresso nazionale dell'Unione italiana ristoratori (Uir) che si è recentemente tenuto a Genova a bordo della m/n Suprema delle Grandi navi veloci. All’evento, patrocinato dall'assessorato al turismo della regione Liguria e realizzato con il contributo della Camera di commercio di Genova, era presente anche Margherita Bozzano, assessore ligure al turismo, che ha ricordato come la ristorazione sia un comparto fondamentale per la promozione del territorio, nonché un volano indispensabile per la destagionalizzazione dell’offerta turistica. E l’Unione italiana ristoratori è nata proprio con l’obiettivo di valorizzare i prodotti tipici delle diverse regioni italiane, utilizzandoli per elaborare una cucina intelligentemente creativa, senza discostarsi troppo però dalla grande tradizione gastronomica nazionale.
«Non solo: nei ristoranti Uir l’arte s’incontra con il gusto in un’offerta variegata e culturalmente stimolante», spiega il direttore dell’associazione, Savino Vurchio. «Caratteristica dei locali Uir è, infatti, quella di donare ai propri commensali un quadro eseguito da un maestro di arte contemporanea, simbolo della creatività, dell’esclusività e della qualità della proposta enogastronomica. Uno degli obiettivi fondamentali dell’associazione è, infatti, comunicare i valori alla base dei suoi ristoranti, spesso diretti da piccoli imprenditori del gusto non sempre in grado di promuovere adeguatamente la qualità della loro offerta».
La serata si è svolta all’insegna delle proposte culinarie dei ristoratori Uir liguri. Tra le portate della cena di gala, il sautè di coda di rospo con gamberi di Santa Margherita e purea di fagioli di Pigna: un piatto in grado di sorprendere i convitati non solo grazie ad alcuni prodotti d’eccellenza del territorio ligure, ma anche per l’ardito accostamento con un Chianti classico Ruffino. Un’idea dell’Associazione italiana sommelier regione Liguria, che, collaborando alla realizzazione del menu, ha voluto sfatare il falso mito della ineluttabile necessità di accompagnare il pesce esclusivamente con il bianco.
Gli ambasciatori del buon gusto

Dopo la cena si è svolta la consegna dei premi Ambasciatori del buon gusto, ormai da sei anni tradizionale appuntamento con l’ambito riconoscimento Uir dedicato ai giornalisti, agli opinion leader e alle imprese distintesi per la loro opera di promozione dell'enogastronomia italiana. Quest’anno, il presidente Uir, Gianfranco Isola, ha premiato l’assessore al turismo della regione Liguria, Margherita Bozzano, i giornalisti della Rai Antonello Orlando e Idris Santhè, nonché il gastronomo ligure Virgilio Pronzati, il Consorzio per la tutela dell’Asti, la Fratelli Branca e la Ruffino vini.

COMMENTI

LASCIA UN COMMENTO

Nome *

Professione

E-mail

Commento *

Desideri ricevere un avviso quando viene pubblicato un commento successivo? Si No

* campi obbligatori