trovalavoro
chiudi

INVIA L'ARTICOLO AD UN AMICO

Il tuo nome

Il tuo indirizzo e-mail

Il nome del tuo amico

L'indirizzo e-mail del tuo amico




Notizie in pillole - 03/08/2007

A Pakovo Selo è nato un antico villaggio
Una novità nel turismo croato: a Pakovo Selo, nei pressi del Parco Nazionale Krka e a circa 20 chilometri da Sebenico, è stato inaugurato su una superficie di 15 mila metri quadrati un centro turistico battezzato “I Dalmati” che ricostruisce un caratteristico borgo dell’entroterra dalmata, con antiche case in pietra, botteghe artigiane, konobe (le vecchie osterie) e cantine. Si potranno assaggiare cibi tradizionali e scoprire le antiche usanze popolari. Presente anche un anfiteatro che può ospitare circa 400 persone, realizzato per accogliere eventi destinati a promuovere il patrimonio culturale della regione. Il progetto si arricchirà ogni anno di nuove proposte.

Fiavet: il bonus discrimina le destinazioni straniere
Paolo Mazzola, vicepresidente vicario Fiavet, commentando l’iniziativa del bonus per rilanciare le vacanze in Italia ha fra l’altro dichiarato: «La proposta avanzata da alcune parti di istituire un bonus per sostenere le vacanze in Italia da parte degli italiani appare più che altro come una boutade. Si tratterebbe infatti, al di là della copertura finanziaria, di uno strumento discriminatorio nei confronti delle destinazioni turistiche straniere e, quindi, di una vera e propria distorsione degli accordi commerciali internazionali e delle regole europee di concorrenza. Vale appena il caso di ricordare che proprio l’Italia in altri settori economici si batte con successo contro ogni forma di autarchia e di protezionismo. Ogni eventuale tentativo di stimolare la domanda interna verso le mete turistiche nazionali dovrebbe semmai valersi di campagne di comunicazione, ovvero di incentivi più efficaci come è avvenuto in altri campi dell’economia. Varrebbe quindi la pena di pensare ad una qualche forma di detraibilità fiscale delle spese documentate per viaggi e vacanze, ben sapendo che il vantaggio sarebbe duplice: 1) per l’80% circa queste vacanze verrebbero fruite in Italia, come già avviene, 2) la necessità di una documentazione fiscale per la detrazione si rivelerebbe un potente strumento contro l’evasione e il sommerso».

Cucina di casa allo Starhotel di Bologna
Chi soggiorna allo Starhotels Excelsior di Bologna ha la possibilità di vivere un’esperienza speciale, direttamente legata alle più profonde radici della tradizione gastronomica italiana: gustare autentiche ricette regionali preparate dalle sapienti mani di alcune padrone di casa, le “Cesarine”, una cucina di casa come a una tavola di famiglia. Si tratta di un’iniziativa lanciata in collborazione con l’Università degli Studi di Bologna, nell’ambito del progetto Home Food, patrocinato dal Ministero delle Politiche Agricole per valorizzare e diffondere la cultura del prodotto tipico.

COMMENTI

LASCIA UN COMMENTO

Nome *

Professione

E-mail

Commento *

Desideri ricevere un avviso quando viene pubblicato un commento successivo? Si No

* campi obbligatori