trovalavoro
chiudi

INVIA L'ARTICOLO AD UN AMICO

Il tuo nome

Il tuo indirizzo e-mail

Il nome del tuo amico

L'indirizzo e-mail del tuo amico




Costiera, tutto il mondo ne parla
di

Articolo

«Il mio compito principale, ora che sono stato nominato amministratore delegato della Castellammare Turismo SpA, è quello di consolidare il posizionamento del Crowne Plaza Stabiae Sorrento Coast. Mi occuperò meno degli aspetti operativi che seguivo come general manager e molto di più di quelli commerciali, legati allo sviluppo. C’è un gran lavoro da fare per superare le difficoltà dovute alla questione dei rifiuti in Campania, di cui da maggio in poi hanno parlato in tutto il mondo, persino il Wall Street Journal, persino l’ambasciatore degli Stati Uniti… Una pubblicità negativa che ha penalizzato il nostro turismo dirottando quote di mercato verso altre destinazioni. Si è così dovuta registrare una flessione importante dei flussi turistici, diciamo attorno al 15%, e tutta la costiera sorrentina ne sta subendo le conseguenze, persino Capri», racconta Franco C. Lentini, top manager della società che gestisce la lussuosa struttura nata da un importante recupero di archeologia industriale, e targata con un brand di prestigio come quello di InterContinental hotels.
«Però c’è una cosa che non mi spiego: questo grave problema esiste da almeno 12 anni – prosegue Lentini, che è anche vicepresidente di Confindustria Alberghi -, come mai nessuno si è mosso prima? Ora sarebbe necessario almeno chiarire le reali dimensioni del pericolo, far sapere fin dove arriva, e dove invece non se ne vede l’ombra. In altre parole, fare una buona comunicazione istituzionale per circoscrivere i danni nel rispetto della verità. Ho cercato di sollecitare le amministrazioni in questo senso, ma purtroppo non è successo nulla».
Nato in una delle location più splendide che si possano immaginare, con uno skyline unico al mondo – il Vesuvio si staglia all’orizzonte in una gamma di sfumature ogni ora diverse - , a pochissimi chilometri dalle perle della costiera sorrentina, il Crowne Plaza Stabiae Sorrento Coast ha anche l’ambizione di valorizzare una città quasi ignota turisticamente come Castellammare di Stabia. Erede dell’antichissimo centro di vacanze degli aristocratici romani che vi costruirono stupende ville non ancora del tutto dissepolte, amatissima dai Borboni per il suo clima particolarmente salubre, celebre ai primi del Novecento come stazione termale di straordinaria ricchezza ed efficacia (si dice che in nessun altro luogo esistano ben 27 diverse sorgenti minerali come qui), importantissima sede di cantieristica navale, ricca di bellezze architettoniche quali le Antiche Terme o la Cassa Armonica sullo splendido lungomare fitto di palme, Castellammare sembra vittima di un silenzio e di una sottovalutazione coltivata dai suoi stessi abitanti.
«Con la cittadinanza abbiamo instaurato un buon rapporto sia perchè abbiamo creato centinaia di posti di lavoro, sia perché concepiamo l’hotel come un luogo di ritrovo anche per i residenti. Spesso organizziamo iniziative, feste, eventi gastronomici a tema cui tutti possono partecipare… Certo, c’è anche chi non ci vede di buon occhio perché ci considera forestieri», dice il manager.
La clientela dell’hotel è al 50% nazionale fra business e leisure, e per il resto sono americani, tedeschi, inglesi. Il settore meeting funziona molto bene: perfetto per riunioni e incontri d’affari grazie ai suoi spazi polifunzionali tecnologicamente equipaggiati, ma anche perfetto per pause relax sulla spiaggia privata, nel sofisticato centro benessere e al ristorante La gouache con i suoi sapori mediterranei.
E quale sarà la strategia di Lentini, nel nuovo incarico? «Raggiungere il punto d’equilibrio tra una sana gestione contabile e un serio sviluppo commerciale, perché un buon rapporto qualità-prezzo è fondamentale. I clienti individuali sono molto esigenti, quindi dobbiamo garantire un elevato standard di servizi, ma i costi di gestione sono altissimi. Fortunatamente posso contare su un team di collaboratori estremamente professionali. A questo punto occorre solo rendere più aggressiva la parte commerciale».
Chi è Franco C. Lentini

Nato a Roma nel 1954, coniugato, due figli, dirigente d’azienda dal 1992. Dopo il liceo scientifico e un biennio di ingegneria, ha iniziato la carriera aprendo e gestendo un locale di tendenza a Roma nel 1975; dal 1978 al 1985 lavora presso alcuni tour operator e nel 1986 entra nell’ambito alberghiero come amministratore delegato dell’Hotel in S. Vito di Cadore. Nel ’92 è all’Hotel Plaza di Venezia come general manager, e nel 2002 all’Hotel Condulmer, un 5 stelle nell’entroterra veneto. Nel 2003 viene chiamato all’opening del Crowne Plaza Sorrento Coast come general manager, e ora è stato nominato amministratore delegato di Castellammare Turismo SpA; è anche vicepresidente di Confindustria Alberghi.

COMMENTI

LASCIA UN COMMENTO

Nome *

Professione

E-mail

Commento *

Desideri ricevere un avviso quando viene pubblicato un commento successivo? Si No

* campi obbligatori