trovalavoro
chiudi

INVIA L'ARTICOLO AD UN AMICO

Il tuo nome

Il tuo indirizzo e-mail

Il nome del tuo amico

L'indirizzo e-mail del tuo amico




Una suite per il turismo
di

Articolo

Ampliare la propria offerta per mantenere la leadership nel mercato dei tour operator e conquistare quello dei network agenziali. È la strategia di Opentur, società di sviluppo software, servizi e tecnologia per il mondo del turismo. «Il nostro core business rimane Ideal», spiega il direttore commerciale, Gerolamo Dalmonte, «ma l’attenzione alle specifiche necessità dei nostri clienti ci stimola non solo a migliorare costantemente il nostro prodotto di punta, ma anche a investire in nuovi software, in grado di venire incontro alle mutate esigenze del mercato. È per questo motivo che abbiamo stipulato un accordo di collaborazione con la società di software inglese Yesitsolution per lo sviluppo di Suite Ti (Tourism intelligence), un nuovo programma compatibile con Ideal, costituito da una serie di applicativi disegnati per aiutare le imprese nella gestione delle proprie strategie manageriali».
Già lanciato in anteprima durante l’ultima edizione della Bit, il software sarà disponibile a partire da fine estate–inizio autunno di quest’anno e, per la sua promozione, Opentur ha già programmato insieme al country manager Italia e Spagna di Yesitsolution, Marco Gandini, due presentazioni ufficiali che avranno luogo durante il mese di settembre. La suite sarà composta da una serie di programmi integrabili, con livelli di accesso differenziati a seconda della sensibilità dei dati trattati. «I nuovi applicativi sono sostanzialmente raggruppabili in cinque differenti categorie», prosegue Dalmonte. «Un programma sarà completamente dedicato al Customer relationship management (Crm). L’idea è quella di fornire un prodotto che sia in grado di integrare verticalmente tutte le informazioni aziendali, sia dal lato clienti sia dal lato fornitori. Una delle criticità principali manifestate da parte delle società a cui forniamo i nostri servizi è, infatti, la frequente mancanza di strumenti adeguati a elaborare la mole di dati Crm immagazzinati».
Ci sarà anche un applicativo intranet per il controllo delle attività aziendali: un programma capace di garantire, tra l’altro, la condivisione del know how base dell’azienda, l’ottimizzazione dei tempi di lavoro e una gestione efficiente delle riunioni. «Non solo, il programma intranet consentirà anche al management e alla proprietà dell’impresa di avere tra le mani uno strumento di controllo sintetico e immediato sui progetti in corso», specifica Dalmonte. «Stiamo inoltre sviluppando una serie di utility di lavoro, pensate appositamente per coadiuvare gli operatori nella gestione di numerose attività, alcune delle quali specifiche del settore turistico. Tra i nuovi servizi, ci sarà uno strumento per la correzione in tempo reale dei cataloghi e il contemporaneo invio delle informazioni aggiornate al booking, nonché vari software per il controllo delle offerte e delle promozioni, per l’organizzazione delle ferie e dei permessi, per la gestione dei contenziosi, per la direzione dei nuovi progetti, per l’implementazione dei piani commerciali e, in particolare, per l’applicazione delle politiche di overcommission».
Da non dimenticare, poi, il programma di Sales force automation: «Un applicativo che permetterà di automatizzare l’attività della forza vendita tramite il semplice utilizzo di un palmare. Non si tratta solamente di un ulteriore strumento di controllo, ma soprattutto di un utile sistema per veicolare in modo efficace e veloce le informazioni. Sarà possibile, per esempio, scambiare in tempo reale i dati relativi ai fatturati delle agenzie di viaggio clienti, ai trasferimenti dei banconisti e ai materiali promozionali consegnati, nonché alle immagini delle vetrine, alle disponibilità dei voli charter e alla distribuzione dei cataloghi. Un software estremamente utile, che consentirà di migliorare ulteriormente le prestazioni dell’ufficio vendite. Proprio per questo motivo, nelle indagini preliminari condotte tra i nostri potenziali clienti allo scopo di testare la validità del progetto Suite Ti, abbiamo riscontrato un particolare interesse da parte degli operatori per questo applicativo».
A terminare la panoramica sul nuovo prodotto Opentur, il software di Business intelligence che consentirà di gestire ed elaborare tutte le statistiche sensibili della società. «La Suite Ti è stata chiaramente pensata avendo come riferimento i tour operator, che per ora rimangono il nostro mercato principale», conclude Dalmonte. «Il prodotto è tuttavia adattabile anche alle esigenze delle agenzie di viaggio. Le ultime evoluzioni del mercato stanno infatti favorendo la genesi di network sempre più vasti. Società e consorzi articolati, che sempre più spesso potranno avere bisogno di strumenti di gestione adeguati alla loro complessità. Per noi si tratta di un target ideale su cui ci stiamo concentrando per ampliare il nostro bacino di clienti potenziali».
Ma lo sforzo di Opentur per migliorare la propria offerta non si ferma qui. Giusto in questi mesi l’impresa italiana di information technology sta concludendo un accordo con Jda, società angloamericana specializzata in software di revenue management, per migliorare ulteriormente i propri servizi anche in questo settore.

COMMENTI

LASCIA UN COMMENTO

Nome *

Professione

E-mail

Commento *

Desideri ricevere un avviso quando viene pubblicato un commento successivo? Si No

* campi obbligatori