trovalavoro

Expo Riva Hotel 2015

Master Executive in Digital Marketing for Tourism and Events Management

Outsoucing

Gustality

Master Ihma

chiudi

INVIA L'ARTICOLO AD UN AMICO

Il tuo nome

Il tuo indirizzo e-mail

Il nome del tuo amico

L'indirizzo e-mail del tuo amico




Molta offerta, poca domanda
di Antonio Marinaro

Articolo

Dal 20 al 22 maggio scorsi si è tenuta l’annuale edizione dell’Eibtm, fiera specificamente rivolta al mercato congressuale, meeting e incentive, nel corso della quale domanda e offerta di questo particolare quanto ambito segmento del settore si dovevano incontrare.
Si dovevano incontrare... il tempo del verbo non è errato, poiché l’affluenza di potenziali buyer, rappresentati da meeting planner, pco (professional congress organizer), aziende con proprio ufficio viaggi è stata desolatamente scarsa.
Ogni albero, seppur piccolo, fa la sua ombra, non vi è dubbio, e quindi anche pochi contatti, da curare e seguire con l'impegno già descritto in articoli precedenti, possono risultare utili, ma in un’ottica di bilancio finanziario, se si considera il momento contingente decisamente avverso del mercato, i costi di soggiorno in una città, che non hanno nulla da invidiare alla più cara delle capitali europee, i costi di allestimento di uno spazio, anche minimo, che lievitano edizione per edizione, la quadratura del cerchio non si raggiunge.
Tenutasi a poca distanza dalla pionieristica esperienza dell’Imex di Francoforte, già segnalata sulle pagine del nostro periodico, e con un forte calo dei consumi nel segmento, l’offerta era decisamente superiore alla domanda. Ad ogni buon conto, l’edizione 2004 si terrà a Barcellona, in novembre, e fra 18 mesi è auspicabile che la ripresa sia fortemente attiva.
Da segnalare, in ogni caso, una forte presenza delle compagnie alberghiere nazionali e internazionali, oltre che numerosi gruppi e consorzi privati di promozione.
L’Italia, ben rappresentata da numerose regioni, oltre che da strutture ricettive e incoming provenienti da molte zone che hanno investito negli spazi personalizzati dell’area Enit, si è, come sempre, distinta per qualità e innovazione dell’offerta.
Le offerte erano in linea con la tendenza del mercato, e quindi ottime prestazioni a tariffe, tutto sommato, contenute se lette in una logica di rapporto qualità/prezzo.
Incuriositi dall’approccio di vendita e promozione dei rappresentanti dei paesi dell’area del sud-est asiatico, ci siamo informati su quali strategie fossero state adottate per arginare l’imprevedibile crollo della domanda, a causa della sindrome Sars. La simpatica risposta, del resto non contestabile, è stata: "Lavoriamo sulla formazione, sfruttando vuoti e cali di lavoro, e preparandoci a una ripresa che non vediamo così lontana".

COMMENTI

LASCIA UN COMMENTO

Nome *

Professione

E-mail

Commento *

Desideri ricevere un avviso quando viene pubblicato un commento successivo? Si No

* campi obbligatori


Scrivi sotto il codice di controllo per inserire il commento