trovalavoro

Hottimo

Fas Italia

Outsoucing

Sysdat Turismo - Business Intelligence

Gustality

Sida Group

Master Ihma

Hotels Doctors

chiudi

INVIA L'ARTICOLO AD UN AMICO

Il tuo nome

Il tuo indirizzo e-mail

Il nome del tuo amico

L'indirizzo e-mail del tuo amico




Molta offerta, poca domanda
di Antonio Marinaro

Articolo

Dal 20 al 22 maggio scorsi si è tenuta l’annuale edizione dell’Eibtm, fiera specificamente rivolta al mercato congressuale, meeting e incentive, nel corso della quale domanda e offerta di questo particolare quanto ambito segmento del settore si dovevano incontrare.
Si dovevano incontrare... il tempo del verbo non è errato, poiché l’affluenza di potenziali buyer, rappresentati da meeting planner, pco (professional congress organizer), aziende con proprio ufficio viaggi è stata desolatamente scarsa.
Ogni albero, seppur piccolo, fa la sua ombra, non vi è dubbio, e quindi anche pochi contatti, da curare e seguire con l'impegno già descritto in articoli precedenti, possono risultare utili, ma in un’ottica di bilancio finanziario, se si considera il momento contingente decisamente avverso del mercato, i costi di soggiorno in una città, che non hanno nulla da invidiare alla più cara delle capitali europee, i costi di allestimento di uno spazio, anche minimo, che lievitano edizione per edizione, la quadratura del cerchio non si raggiunge.
Tenutasi a poca distanza dalla pionieristica esperienza dell’Imex di Francoforte, già segnalata sulle pagine del nostro periodico, e con un forte calo dei consumi nel segmento, l’offerta era decisamente superiore alla domanda. Ad ogni buon conto, l’edizione 2004 si terrà a Barcellona, in novembre, e fra 18 mesi è auspicabile che la ripresa sia fortemente attiva.
Da segnalare, in ogni caso, una forte presenza delle compagnie alberghiere nazionali e internazionali, oltre che numerosi gruppi e consorzi privati di promozione.
L’Italia, ben rappresentata da numerose regioni, oltre che da strutture ricettive e incoming provenienti da molte zone che hanno investito negli spazi personalizzati dell’area Enit, si è, come sempre, distinta per qualità e innovazione dell’offerta.
Le offerte erano in linea con la tendenza del mercato, e quindi ottime prestazioni a tariffe, tutto sommato, contenute se lette in una logica di rapporto qualità/prezzo.
Incuriositi dall’approccio di vendita e promozione dei rappresentanti dei paesi dell’area del sud-est asiatico, ci siamo informati su quali strategie fossero state adottate per arginare l’imprevedibile crollo della domanda, a causa della sindrome Sars. La simpatica risposta, del resto non contestabile, è stata: "Lavoriamo sulla formazione, sfruttando vuoti e cali di lavoro, e preparandoci a una ripresa che non vediamo così lontana".

COMMENTI

LASCIA UN COMMENTO

Nome *

Professione

E-mail

Commento *

Desideri ricevere un avviso quando viene pubblicato un commento successivo? Si No

* campi obbligatori


Scrivi sotto il codice di controllo per inserire il commento